Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Clima: l’Australia mette la testa sotto la sabbia

pollice giùQuando si dice “mettere la testa sotto la sabbia”. È quello che fa il governo australiano, il quale non pare affatto intenzionato a mettere il tema del cambiamento climatico nell’agenda del G20 che si terrà questo weekend a Brisbane.

Ed è anche quello che hanno voluto ricordare all’esecutivo circa 400 persone sulla spiaggia Bondi Beach di Sidney, con una protesta scenograficamente originale.

I manifestanti hanno scavato ciascuno la propria buca nella sabbia, infilandoci poi la testa dentro, a simboleggiare l’atteggiamento dell’esecutivo di fronte alla questione del clima, che ormai è entrata con tutti i limiti del caso nelle agende di qualsiasi Paese sviluppato.

L’Australia è rimasto praticamente l’unico tra i Paesi sviluppati a difendere pubblicamente i combustibili fossili.

Con l’accordo USA-Cina, anche le due più grandi potenze inquinanti del mondo hanno dato un segno di voler cambiare registro. Ma Canberra non sembra intenzionata a recedere dalle proprie posizioni, strettamente connesse alla linea di pensiero dell’industria del carbone.

Il premier australiano ha definito la scienza climatica «crap» nel 2009, sostenendo che il carbone è «un bene per l’umanità».

L’Australia ha rifiutato a luglio una tassa sulle emissioni di gas serra, unico Stato a fare retromarcia sul climate change.

lettura integrale dell’articolo QUI > Clima: l’Australia mette la testa sotto la sabbia | Rinnovabili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 novembre 2014 da in Ambiente & Ecologia, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: