Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La pista ciclabile coperta da pannelli solari nel bel mezzo di un’autostrada

in sintesi un articolo che leggo su Rinnovabili.it

Nella Corea del Sud, un’innovazione permessa anche dallo straordinario sviluppo del fotovoltaico di questi ultimi anni.

L’opera è stata realizzata nel bel mezzo di un’autostrada, tra le due corsie di marcia. ed i pannelli solari sono una sorta di tettoia per riparare il percorso da sole e pioggia.

korea-bike-highway

In questo modo, oltre ad invogliare i ciclisti a utilizzare la bicicletta anche in presenza di condizioni atmosferiche non proprio favorevoli, la pista risulta completamente autonoma dal punto di vista energetico.

Non solo: con l’energia in più è in grado anche di alimentare gli edifici vicini. Inoltre, la lunga pista ciclabile “solare” permette di risolvere il problema del traffico, che tra i due poli amministrativi e istituzionali di Sejong e Daejong è particolarmente congestionato.

Garantendo ai ciclisti un percorso sempre praticabile e protetto, invogliarli a preferire la bicicletta all’auto ed evitare così lunghe ore di code non sarà difficile.

Un ottimo esempio da seguire, dunque, quello della Corea del Sud.

5 commenti su “La pista ciclabile coperta da pannelli solari nel bel mezzo di un’autostrada

  1. Poppea
    27 aprile 2015

    in Corea (del Sud) ci ha vissuto per due anni la figlia di un’amica, in quanto a tecnologia sono un bel pezzo avanti

  2. Morbida Dolcezza
    27 aprile 2015

    Però! E’ davvero un esempio da seguire questo…

  3. andrea
    27 aprile 2015

    mi sembra una scelta assai…pericolosa, es. sinistro stradale con salto di carreggiata

    il ciclista diventa l’anello debole in mezzo a due flussi di traffico, con le “vie di fuga” scarse se non inesistenti

    insomma… il vaso di coccio stile don Abbondio

    no grazie!

    • Paoblog
      27 aprile 2015

      l’idea è buona, è la collocazione ad essere discutibile; olgtre alla tua osservazione, decisamente corretta, in caso di autostrada trafficata mi immagino che bello sia transitare in mezzo ai fumi di scarico…

      • Morbida Dolcezza
        27 aprile 2015

        In effetti anche a me è sembrata un po’ pericolosa come pista ciclabile, infatti io l’avrei fatta di lato.
        Non è senz’altro salutare ma se giri in bicicletta per le vie di Milano non è che respiri aria di montagna….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: