Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

L’inquinamento mette a rischio la salute degli atleti delle Olimpiadi 2016

pollice giùin sintesi un articolo che leggo su Rinnovabili.it

Per gli atleti che parteciperanno alle Olimpiadi 2016 c’è il rischio di contrarre gravi malattie a causa dell’inquinamento dell’acqua.

Lo rivela l’Associated Press, scrivendo che le acque dei luoghi dove si svolgeranno gare di nuoto o canottaggio sono contaminate da alti livelli di virus e batteri nocivi.

Sembra gli organizzatori dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro non abbiano tutto sotto controllo, se è vero che il tasso di agenti patogeni trovato nell’acqua è 1.7 milioni di volte più alto che quello registrato sulle spiagge della California meridionale.

Più di 10.000 atleti provenienti da 205 nazioni dovranno competere alle Olimpiadi del prossimo anno.

Alcuni atleti delle squadre che parteciperanno alla competizione storica, sono già sul posto per effettuare gli allenamenti. E hanno già contratto delle malattie.

I livelli di inquinamento, infatti, sono equivalenti a quelli del liquame delle acque di scolo, secondo l’agenzia di stampa.

Le risposte dal comitato organizzatore sono ambigue: i funzionari delegati hanno detto all’AP che i test erano stati condotti unicamente per censire la presenza di batteri coliformi fecali, come prevedono le analisi base per valutare la qualità dell’acqua in molti Paesi.

Non hanno negato gli altissimi livelli di inquinamento, ma semplicemente hanno dichiarato che dai test emerge una presenza di batteri nell’acqua in linea con il tasso previsto dalla normativa brasiliana.

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 agosto 2015 da in Ambiente & Ecologia, Il mondo dello sport, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: