Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Lo sfogo di un lettore alle prese con l’abituale menefreghismo…

Un paio di giorni fa ho pubblicato un post che raccontava un episodio di ordinaria inciviltà Colonnine di ricarica per auto elettriche: passa il tempo, ma gli idioti resistono… e neanche a farlo apposta il giorno dopo mi ha scritto Giuliano B., membro del Gruppo Facebook: Scusami se ho postatoun fatto personale…ma sono imbestialito!

In realtà lo sfogo che troverete in calce è giustificato e rientra appieno fra le tematiche a me care; sul Blog infatti ci sono diversi post dedicati agli incivili che parcheggiano comodamente nell’area di carico/scarico davanti all’azienda così come sul passo carraio, tanto che gli frega?

Va da sè che ogni tanto uno alla fine dà i numeri…  e  talvolta vorrei avere l’impunità per una mezz’oretta, per poter testare la qualità dei vetri delle auto che mi bloccano il passo carrario così come l’area di carico/scarico…

…perchè anche il più pacifico e civile cittadino, avrebbe bisogno di sfogarsi ogni tanto, ma sappiamo bene che poi sarei io il multato.

Scrive Giuliano B:

Oggi arrivo in auto davanti allo studio: trovo un furgone parcheggiato davanti al mio cancello carraio (e non è la prima volta che succede); metto la mia auto dietro al furgone, in modo che non possa uscire.

Entro a piedi nel mio ufficio ed aspetto. Dopo 10 minuti circa vengono a suonare al mio ufficio chiedendo se posso spostare l’auto.

Esco e l’autista si becca un bel po’ di improperi (tra cui deficiente); mi risponde che non posso chiamarlo così ed io di rimando confermo, perchè se uno non si accorge che c’è un cancello carraio dove ha sistemato comodamente il suo furgone i casi sono due:

1) è orbo ed allora dovrebbero ritirargli la patente;

2) è un deficiente e allora lo capisco, sta di fatto che rimane un deficiente (cioè uno che defice di cervello).

Ma dico: è mai possibile che non rispettino, non dico il codice stradale, ma almeno la proprietà privata?

Ci vuol tanto a capire che se c’è un accesso carraio stai impedendo l’accesso a chi ne ha diritto?

E, aggiungerei io, impedisci l’accesso ad uno che tra le altre cose paga la tassa sul passo carraio > Domani pago la Cosap, ma il passo carraio lo uso su gentile concessione degli altri automobilisti…

Come una ciliegina sulla torta ecco una vignetta di Pietro Vanessi che riassume al meglio anche i commenti del lettore “£”….

Fonte: unavignettadipv.it

                                                            Fonte: unavignettadipv.it

Come già detto nei commenti, ritengo che usare i pugni per risolvere un disaccordo sia un errore a prescindere, ma il commento di Pietro Vanessi alla sua vignetta chiarisce il punto:

Non c’è niente di più fastidioso quando si assiste alla sopraffazione del forte sul debole, del disonesto sul più onesto, del cattivo sul buono.
Quando si è inermi davanti alle brutture che scaturiscono dall’ingiustizia e quando i propri diritti di cittadino vengono calpestati sistematicamente.
Ecco perché, di fondo, le persone più sensibili o sono perennemente incazzate col mondo o diventano ciniche e stronze a loro volta.

E per restare in argomento leggi questo Racconto di una urbana inciviltà scritto da Francesco che dimostra come cercando il rispetto dei propri diritti si corrano anche dei rischi visto che gli Incivili, non avendo cervello a sufficienza, tendono ad esprimersi con i muscoli.

di Francesco Mignano

di Francesco Mignano

 

9 commenti su “Lo sfogo di un lettore alle prese con l’abituale menefreghismo…

  1. IlPrincipeBrutto
    2 ottobre 2015

    Capisco la frustrazione, ma il tuo amico farebbe bene a rileggersi il tuo ultimo paragrafo. Con certa gente si rischia sempre la rissa; il fatto che abbiano torto marcio non entra nemmeno nell’equazione. Si puo’ parlare di torti e ragioni con persone che ragionano, e che accettano le regole di base della convivenza civile. Gente come il tizio incontrato dal tuo amico non fanno chiaramente parte di questo gruppo; andarci a discutere vuol dire mettere in conto di finire alle mani.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe

  2. £@
    2 ottobre 2015

    Mi auguro che succeda a me di incontrare un tizio che pur in torto voglia venire alle mani… sono alto e grosso… vorrei vedere come finisce !!

    tra l’altro spesso mi capita anche a me di veder occuparo ingiustamente del posti che a me andrebbero di diritto (uso un camion grosso o autotreno su carico/scarico) e la piccola utilitaria piazzata in mezzo, non sul fondo… tante volte la vorrei spostare con il paraurti… ma tant’e che mi faccio passare la voglia e mi metto da un altra parte, ma comunque quello resta un parcheggio per me.

    Comunque, secondo me ha fatto benissimo Giuliano B. a parcheggiargli addosso… cosi’ impara.
    E se dovesse venire alle mani, nessun problema lo si querela.

  3. Paoblog
    2 ottobre 2015

    Naturalmente la vicenda raccontata da Francesco fa capire che è necessario stare attenti ad attaccar briga…

    Ricordo con piacere quel grosso e truce camionista che veniva a caricare con notevole frequenza ed una volta, stufo di trovare l’area di carico occupata dal solito fesso, ha manovrato in maniera tale da fargli la fiancata …

    io ovviamente non ho visto niente … d’altro canto è ovvio che al lassismo di chi dovrebbe vigilare e sanzionare va da sè che o soccombi oppure ogni tanto ti fai giustizia da solo…

  4. IlPrincipeBrutto
    2 ottobre 2015

    >> Mi auguro che succeda a me di incontrare un tizio che pur in torto voglia venire alle mani… sono alto e grosso… vorrei vedere come finisce !!
    .
    E se finissi con una coltellata in pancia? o peggio una pallottola?
    .
    Sicuri si diventa, Ride Safe

    • paoblog
      2 ottobre 2015

      appunto…

      vedi anche il commento che ha lasciato sull’altro post e mio commento: io non sono della stessa idea di Paoblog, ovvero quella di evitare lo scontro a prescindere. Dipende….. Se si e’ sicuri che ci si prendera’ solo due pugni in faccia, forse è meglio farseli dare

      • £@
        6 ottobre 2015

        Avete entrambi ragione, sia chiaro…
        pero’ non e’ giusto stare sempre dalla parte della ragione, facendo nulla o peggio lasciando agli altri una liberta’ che non dovrebbero avere.

        Alcuni strumenti la “vittima” li ha ed e’ sacrosanto (secondo me) cercare di usarli.

        Io esagero e’ vero, ma credo che se in certe situazioni si cercasse di far “ruotare” la situazione in modo tale da favorirci, non sarebbe male. Anzi.

        …poi comunque litigare non e’ una cosa bella o da fare… ma resto della mia idea che “se si e’ sicuri che ci si prendera’ solo due pugni in faccia, forse è meglio farseli dare”… cosi’ da usarli contro di lui.

        ..poi ogni persona dovra’ far da se i conti con le conseguenze, e chi non se la sente NON deve fare nulla. Ma la prossima volta magari un pensierino
        😛 😛 😛

      • paoblog
        6 ottobre 2015

        Mai fatto a pugni in vita mia, però mi sono iscritto al Poligono a 17 anni per cui ho più dimistichezza con le armi che con i pugni 😀

      • £ò
        7 ottobre 2015

        Nemmeno io per questo ho mai fatto a pugni, al massimo ho tirato uno sberlone (stile Bud Spencer)…e funziona !!!

        😀 😀

  5. Pingback: Entrate pericolose | Autostroppysti

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: