Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Biomassa: l’Europa a rischio deforestazione selvaggia

In nome della green economy (si può fare, #dilloinitaliano: economia verde) si stanno saccheggiando le foreste europee.

Così denuncia il rapporto della ONG Fern che si scaglia contro la deforestazione per ottenere biomassa da utilizzare nel riscaldamento.

biomassa-leuropa-a-rischio-deforestazione-selvaggia-2-e1448449813823

Il tutto in un sistema normativo che promuove queste pratiche come climate-friendly (amiche del clima o ecocompatibili) , e le incoraggia con l’intento di ridurre le emissioni di gas serra.

La Commissione sta attualmente lavorando sulle proposte post 2020 per le energie rinnovabili e la biomassa sostenibile: entro il 2016 dovrebbero arrivare le bozze di provvedimento.

Al momento, intanto, i dati sono questi: quasi la metà del legno raccolto nell’Unione è utilizzato per produrre energia, mentre il 60% di energia rinnovabile è generata dalla combustione di biomassa per l’elettricità e il riscaldamento.

Gli investitori del settore dicono che per raggiungere gli obiettivi di energia rinnovabile dell’Unione al 2020, il continente avrà bisogno di 7-16 milioni di ettari di colture energetiche.

Questa spinta verso le bioenergie, alimentata da enormi sussidi erogati dall’Unione e dagli Stati membri, metterebbe in pericolo – scrivono gli estensori del dossier – numerose foreste: le zone più a rischio sono Slovacchia orientale, Francia meridionale e Carpazi.

Su queste montagne sorgono ancora alberi secolari e preziosissimi, che favoriscono lo sviluppo di biodiversità ospitando metà degli orsi bruni, delle linci e dei lupi che vivono nel vecchio continente.

Austria e Germania sono tra i primi predatori delle foreste romene, appoggiandosi per la fornitura di pellet a una grande azienda accusata di deforestazione illegale.

Fonte: Biomassa: l’Europa a rischio deforestazione selvaggia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: