Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La plastica biodegradabile non si degrada nel mare

Nell’articolo leggo che “il problema è che le borse di plastica biodegradabili non si degradano nel mare”, ma secondo me il vero problema è che questi rifiuti nel mare non ci dovrebbero finire.

Le prime immagini di Trashed, spiegano al meglio il problema…

Trashed

Un rapporto del Programma ambientale dell’ONU (UNEP), chiarisce che la plastica biodegradabile – da tempo propagandata come tecnologia verde – è una falsa soluzione al problema.

Le bioplastiche contribuiscono poco, se non proprio per nulla, per proteggere le creature viventi del mare e il pianeta.

Il punto, spiegano gli esperti UNEP, è che questi materiali etichettati come “biodegradabili”, non si degradano rapidamente nel mare.

Ormai i rifiuti di plastica sono «onnipresenti» nelle acque marine, e «si trovano in tutti gli oceani e su tutte le spiagge, dal litorale artico, passando per i tropici, fino all’Antartico».

Le plastiche biodegradabili, che vengono utilizzate per borse della spesa, bottiglie d’acqua e contenitori per alimenti, sono progettate per essere meno durevoli e in grado di degradarsi rapidamente nell’ambiente.

Ma il problema, secondo l’ONU, è che le condizioni necessarie sussistono quasi esclusivamente nelle compostiere industriali, non nel mare.

Fonte: La plastica biodegradabile non si degrada nel mare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: