Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Pedone, ma ‘ndò vai?

Un assaggio del nuovo post tratto dal Blog Amico: Autostroppysti

Oggi parliamo di Pedoni (o Pedonibus Vulgaris, secondo la tassonomia ufficiale).

Questi curiosi animali, che insistono nel muoversi senza l’ausilio di motori a combustione interna, sono particolarmente diffusi lungo i sentieri di montagna (dove però sono in misura sempre maggiore minacciati dall’avvento del Ciclistus Invadentis), e sui seggiolini degli autobus.

Occasionalmente, i Pedoni abbandonano il loro habitat naturale e si spingono in territori ad alta concentrazione di asfalto, un fenomeno ancora non del tutto compreso, che da luogo a comportamenti invero curiosi.

In particolare, una volta in ambiente urbanizzato i Pedoni entrano a stretto contatto con i loro predatori principali (ovvero i Conducentis, nelle sottospecie Ottusus e Prepotentum), e questa vicinanza sembra alterare le loro capacità mentali di base.

Questo spiegherebbe per esempio la tendenza a nascondersi dal lato cieco delle curve, come dimostrato da questo filmato…

screenshot-2016-09-14-11-01-20

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: