Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

E lo chiamano pane. In laboratorio 8 baguette da supermercato

Gli acquisti di pane precotto, surgelato e finito di cuocere nei punti vendita, fanno registrare un aumento costante negli acquisti.

Spesso però questi prodotti sembrano “invecchiare” presto: fragranti sul momento rischiano di diventare “gommosi” in poche ore.

Facile allora chiedersi: qual è la qualità di questi prodotti?

Per rispondere a questa domanda abbiamo portato in laboratorio 8 baguette acquistate in altrettanti supermercati.

Il risultato? Sicuramente non esaltante visto che nessuna è riuscita a fregiarsi di un giudizio eccellente (e neppure ottimo) e che in alcuni casi l’acqua in eccesso e la presenza contemporanea di 3-4 residui di pesticidi, seppur tutti entro i limiti di legge, lascia pensare a una filiera che offre il fianco a più di una criticità.

I prodotti analizzati erano precotti ovvero baguette ottenute da un pane parzialmente cotto e surgelato che poi ha completato la cottura nel punto vendita, fatta eccezione per quella acquistata in un punto vendita Eurospin che invece era fresca.

Tutte quante sono vendute nei supermercati anche se sono prodotte da fornitori esterni.

Non si può parlare di pane a marchio anche se, almeno nei punti vendita dove abbiamo acquistato i campioni, erano le uniche baguette in vendita.

A conti fatti le baguette analizzate sembrano non essere un prodotto imperdibile visto che anche nel prezzo nascondono amare sorprese.

Con una media che supera abbondantemente i 2 euro e mezzo troviamo punte di quasi 4 euro, un prezzo talmente elevato dal quale ci si aspetterebbe una qualità decisamente superiore a quella riscontrata visto che oltre un terzo del prodotto è composto da acqua.

Fonte & dettagli: E lo chiamano pane. In laboratorio 8 baguette da supermercato | il Test – Salvagente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: