Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Cleopatra va in prigione

7145368

Nell’estate del 2004, Caterina va a trovare il suo ragazzo nel carcere di Rebibbia. Sono entrambi dei fi ori selvatici dell’estrema periferia romana, e in passato hanno provato a costruire un sogno insieme: gestire un locale di spogliarelli.

Caterina da adolescente ha fatto anche la ballerina, ma un infortunio l’ha costretta a mollare; negli ultimi tempi si esibiva come spogliarellista nel locale suo e di Aurelio. Lui è in galera da qualche mese. È convinto che lo abbiano incastrato.

Nei giorni di colloquio chiede a Caterina se lei sa qualcosa. La ragazza risponde di no. Come reagirebbe Aurelio se sapesse che, una volta uscita di lì, Caterina si infi la tra le lenzuola del poliziotto che lo ha arrestato?

Cleopatra va in prigione è un romanzo struggente, duro, pieno di colpi di scena. Racconta Roma, molto più vasta e sconosciuta di ciò che si potrebbe immaginare leggendo i giornali, e soprattutto la periferia urbana, il vero luogo dove in questi anni nascono le storie.

E poi racconta chi, nonostante le delusioni e i sogni continuamente infranti, continua a vivere e ad amare.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 ottobre 2016 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: