Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Svezia, chi ripara invece di comprare paga meno tasse

ideaRidurre le tasse ai cittadini che riparano oggetti ed elettrodomestici piuttosto che acquistarne di nuovi, è la proposta del ministero delle Finanze svedese. Un incentivo per ridurre l’uso delle risorse e le emissioni di CO2.

L’imposta sul valore aggiunto (Iva) potrebbe essere ridotta dal 25 per cento al 12 per cento per tutte le riparazioni di bici, scarpe, tessuti, secondo il piano presentato a settembre e che dovrà entrare nel bilancio del governo per l’anno 2017.

Mentre saranno previste delle deduzioni fiscali per chi ripara gli elettrodomestici. L’iniziativa permetterebbe un risparmio di circa il 10 per cento sulle riparazioni.

“Crediamo che questo possa abbassare notevolmente i costi e rendere più razionale la scelta di riparare la merce”, ha dichiarato Per Bolund, ministro svedese delle Finanze.

Nel 2015 sono stati recuperati almeno 58mila tonnellate di frigoriferi, congelatori e altri apparecchi, secondo i dati forniti dal governo di Stoccolma. Dato che equivale a circa sei chilogrammi per abitante.

Con i nuovi incentivi si vuole quindi tentare di ridurre le quantità di elettrodomestici che finiscono in discarica.

Fonte: Svezia, chi ripara invece di comprare paga meno tasse | LifeGate

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 novembre 2016 da in Idee & Fatti - Fuori dagli schemi, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: