Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Milano, i cartelloni si mangiano lo smog: quando la pubblicità è ‘pulita’

«Questa pubblicità non vende auto. Ne fa sparire 409.704 in un anno» ripete agli automobilisti che gli passano davanti il grande cartellone affisso sul palazzo delle Generali, in viale della Liberazione.

Lo spazio è della concessionaria di pubblicità Urban Vision; la tecnologia è di Anemotech che a maggio 2016 ha presentato the Breath, un tessuto in grado di catturare e trattenere le particelle inquinanti.

L’operazione milanese è il primo passo di un piano industriale ben preciso. Anemotech ha stipulato un contratto di esclusiva con Urban Vision, valido per le piazze italiana e inglese e con diritti di opzione su altri mercati in Europa.

Per la startup pavese l’intesa con i pubblicitari è lo strumento per misurare su larga scala gli effetti del prodotto: «Noi abbiamo capito che ci servivano superfici e loro le avevano», spiega Gianmarco Cammi, consigliere delegato della società.

Fonte: Milano, i cartelloni si mangiano lo smog: quando la pubblicità è ‘pulita’ – Cronaca – ilgiorno.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: