Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Breve guida alla pensione di reversibilità

Quando una persona muore è previsto che ai familiari sia attribuita una “pensione ai superstiti”.

Per averne diritto è necessario che si verifichino alcune condizioni e siano soddisfatti determinati requisiti.

In base a due differenti tipologie di trattamento, la pensione si definisce:

di reversibilità, se il defunto percepiva già la pensione di vecchiaia o anticipata, la pensione di invalidità o di inabilità;

indiretta, se invece non aveva ancora maturato il diritto alla pensione, ma aveva versato almeno 15 anni di contributi in tutta la vita assicurativa oppure, in alternativa, almeno 5, di cui 3 nei cinque anni precedenti al decesso.

La decorrenza della prestazione previdenziale per chi resta scatta dal mese successivo alla data di morte del lavoratore, anche se la domanda viene inoltrata in ritardo. …

continua la lettura qui: Breve guida alla pensione di reversibilità

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 aprile 2017 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: