Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Se il comune di fatto incentiva il cittadino ad abbandonare i rifiuti…

Quanto ipotizzato tempo fa nel post Il cassonetto dei rifiuti sarà anche intelligente, però… sta diventando realtà, ed a quanto pare le mie obiezioni sono le stesse che hanno espresso anche altri cittadini.

Nel nostro comune dal 1° gennaio va in pensione la Tari e nasce la Tarip dove la P sta per Puntuale ovvero 3 anni dopo che ci è stato consegnato, sembra che il cassonetto intelligente sarà utilizzato.

A quanto mi è stato riferito, il Comune di fatto ipotizza quante volte una famiglia deve esporre il cassonetto (da soli 40 lt. contro il precedente sacco nero da 110 lt) per cui chi lo esporrà più volte del previsto pagherà di più.

Mi starebbe bene se fosse applicata come scritto sul sito del Consorzio dei rifiuti:

“per questa tipologia di tariffazione del servizio la quota variabile viene calcolata per ciascun utente in base alla quantità di resto secco effettivamente conferita al servizio di raccolta (€/kg).”

…ovvero “più kg. consegni e più paghi”, ma se il parametro di riferimento è il numero di esposizioni del bidone, a prescindere che sia pieno oppure no, non va bene.

Se di equità vogliamo parlare e se il valore di riferimento non è la quantità dei rifiuti conferiti, ma il numero delle esposizioni del bidone allora sarebbe più logico fare un periodo sperimentale di 6/12 mesi per poi fissare dei parametri cui fare riferimento; se esponi il cassonetto oltre un tot, pagherai di più, se esporrai di meno allora sarebbe giusto applicare una riduzione alla tariffa.

Resta il fatto che l’unico parametro di riferimento dovrebbe essere il numero delle persone del nucleo familiare e non (anche) i metri quadri della superficie.

L’Italia ormai è l’unico paese europeo a pagare ancora il servizio di raccolta dei propri rifiuti in base ai metri quadri della proprietà di un immobile, cioè a quanti metri quadri una famiglia o un’impresa possiede. In questo modo ogni cittadino è incentivato a produrre più rifiuti possibile proprio per ottimizzare la propria tassa.

Al contrario in Europa invece la tariffa viene modulata in base al servizio, in base cioè a quanti mezzi, attrezzature, e raccolte di rifiuti vengono impiegate nel corso di un periodo di tempo dal servizio comunale di nettezza urbana.

In questo modo il cittadino è incentivati a produrre meno rifiuti possibile perché paga in base al servizio ricevuto. E’ come per il telefono il cui costo della telefonata varia anche in funzione degli scatti prodotti. 

Fonte

Mi dicevano che per una famiglia di 2 persone era ipotizzato 1 svuotamento al mese, ma in realtà sono previsti 3 svuotamenti all’anno il che non è fattibile.

Ad esempio le ossa (come i gusci delle cozze, molluschi, ecc) vanno nel nero, per cui in estate lasciare resti di cibo per 3 mesi nel bidone non è fattibile e pertanto aumentando le uscite del bidone si pagherà di più.

Ad esempio le vaschette del polistirolo del pesce e della carne, che vanno nel sacco giallo della plastica, dopo pochi giorni puzzano e fortuna vuole che è un rifiuto che possiamo accantonare in cantina, dove peraltro dopo una decina di giorni sembra ci sia un cadavere, costringendoci ad esporre il sacco mezzo vuoto.

Ovvia l’obiezione di molti; se esporre più volte il cassonetto, a prescindere che sia pieno o meno, comporterà un aumento delle tariffe va da se’ che molti saranno invogliati a gettare i rifiuti in un prato, come peraltro già succede ora.

Meglio sarebbe se si utilizzasse il metodo applicato a Zurigo:

compri al supermercato il sacco per l’indifferenziato, lo Zuri Sack (il cui costo varia a seconda della grandezza, da uno a quattro euro circa, in Svizzera, ricordo, si usa il Franco svizzero).

Ogni utente può usare solo quel tipo di sacchetto per buttare i propri rifiuti. Ogni busta che è diversa dallo Züri-Sack non viene raccolta dall’operatore. In questo modo si è incentivati a ridurre i propri rifiuti. 

Non solo, se nel cassonetto finisce il rifiuto sbagliato, la multa sarà di 150 € la prima volta e di 300 € la seconda.

Domanda di molti: e nel dubbio di dove vada o meno un rifiuto che facciamo?

Risposta: portate i sacchetti all’Ecocentro,

Ecocentro che però, vista l’estensione del territorio, comporta l’uso dell’auto: Ed i molti anziani senza auto che faranno?

Annunci

2 commenti su “Se il comune di fatto incentiva il cittadino ad abbandonare i rifiuti…

  1. IlPrincipeBrutto
    11 dicembre 2017

    >> Ogni utente può usare solo quel tipo di sacchetto per buttare i propri rifiuti. Ogni busta che è diversa dallo Züri-Sack non viene raccolta dall’operatore. In questo modo si è incentivati a ridurre i propri rifiuti.
    .
    Mi permetto di fa notare che questo mi sembra un non-sequitur piuttosto palese. Gli svizzeri che non vogliono pagare per il sacchetto (O per ulteriori sacchetti) possono semplicemente buttare l’immondizia in un prato.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe

    • paoblog
      11 dicembre 2017

      sicuramente ed infatti nell’articolo citato è scritto che:

      I furbi ci sono dappertutto. A volte quando raggiungo la stazione per recarmi a Zurigo mi capita di trovare qualche sacchetto. Però nel mio paese ad esempio i cittadini hanno denunciato all’amministrazione chi faceva il furbo e usava un semplice sacchetto di plastica per buttare i propri rifiuti..

      ed obiettivamente se il Comune mi mette nelle condizioni di pagare il giusto, in maniera equa, dopo mi può anche chiedere di segnalare i furbi, cosa che farei con estremo piacere.

      Ma penalizzando, come succederà, anche chi fa le cose come si devono fare, va da sè che sarà un invito implicito a cercare una soluzione alternativa.

      Pur essendo stanco di essere Cornuto & Mazziato, a totale favore dei “più furbi”, resto una persona civile ed all’ambiente ci tengo, però non tutti sono come me.

      Ed è evidente a tutti che nel breve-medio periodo, essere bravi cittadini non è un affare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: