Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Cede il manto stradale, quanto serve al Comune di Milano per ripararlo?

Dalle prime righe di questo post si capirà dove voglio andare a parare.

Fine maggio/inizi giugno 2018: cede il manto stradale e si forma una buca non larga, ma decisamente profonda.

Arriva prontamente il Nuir (Nucleo Intervento Rapido) che fa fede al suo nome e rapidamente posiziona i cavalletti ed i segnali correlati, incluso i divieti di sosta nei pressi della buca.

Un problema correlato è il fatto che il divieto di sosta (non sempre rispettato, peraltro) non si estende fino al tratto oltre la buca, sul lato destro della strada, dove spesso sostano auto e furgoni, che ostacolano il transito, tanto più se, come detto, sul lato sinistro sostano altri in divieto.

Dover transitare fra il cavalletto, l’auto in sosta vietata e con l’ostacolo magari del furgone posizionato oltre i cavalletti, diventa complicato, soprattutto se deve passare un camion.

10 luglio 2019: Siamo sempre qui, in attesa che il tutto venga sistemato. La viabilità talvolta si complica, i soliti incivili sfruttano lo spazio delineato dai cavalletti per abbandonare i loro rifiuti, incluso un televisore, e via così.

Detto per inciso, su Twitter ho fatto presenta la cosa più volte, ma resto dell’idea che il Comune di Milano mi abbia silenziato, che un suddito che cerca di essere un buon cittadino non è gradito.

Nota a margine: è da parecchi mesi che un tombino ha ceduto ed anche in questo caso il Nuir è arrivato a piazzare i suoi cavalletti che però nel corso dei mesi hanno ceduto, prabilmente aiutati dai soliti idioti (vandali) …

…e negli ultimi giorni sono spariti i rottami dei cavalletti, peraltro pericolosi come e più del tombino.

E meno male che il recupero delle periferie milanesi erano nel programma elettorale del Sindaco…

Comunque sia, tornando alla domanda iniziale… la risposta in questo caso è: 13 mesi non sono bastati, ma anche i precedenti non sono di buon auspicio.

Dopo una gravidanza di 365 giorni, è nato…

La “buca milanese” è in evoluzione…

Scemo io a pensare che il Comune intervenga a seguito delle segnalazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: