Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Morte nelle Highlands

di Lucy Foley

Giunti – Pagg. 368 – € 19,00 > lo vendo ad € 8,00 + spese di spedizione

Clicca QUI per vedere l’elenco degli altri libri in vendita

Trama: Un uomo corre a fatica nella neve. È successo qualcosa di terribile. L’ospite scomparso è stato ritrovato. Morto.

Come ogni anno Emma, Mark e i loro amici trascorrono l’ultimo dell’anno insieme. Per Emma, organizzare questa vacanza è l’occasione di sentirsi davvero parte del gruppo, lei è l’unica a non aver frequentato Oxford.

Ma qualcosa va storto nell’esclusivo cottage che affaccia sulle gelide acque di Loch Corrin, e quando uno degli ospiti sparisce, nessuno è esente da sospetti.

Isolati e soli nelle remote e selvagge Highlands scozzesi, con la minaccia di un noto serial killer che ha mietuto già molte vittime, gli amici dovranno fare i conti col passato e i suoi terribili segreti.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Un libro acquistato da Rok, che ho letto ed apprezzato. Interessante lo stile di narrazione, con alcuni personaggi che raccontano in prima persona, con salti temporali avanti ed indietro, ma che non confondono, visto che è sempre indicato il giorno cui si riferisce il capitolo.

Ad eccezione del misterioso guardacaccia Doug, che conosciamo un capitolo qua ed uno là, il resto del libro è dominato dai personaggi femminili Miranda, Katie ed Emma, con l’aggiunta di Heater, la responsabile del rifugio che, al pari di Doug ha un passato misterioso.

Durante il soggiorno l’amicizia mostra il logorio del tempo passato e gli attriti la fanno da padrone innescando una serie di eventi antipatici, ma che sembrano trascurabili, anche se in realtà porteranno all’omicidio di …. mica ve lo dico.

Un libro letto in una settimana circa il che, considerando le 368 pagine ed il fatto che leggo solo prima di dormire, la dice lunga ed infatti nel fine settimana ho sforato con i tempi, perchè la lettura mi aveva preso come si deve.

Il finale, più che accelerare i tempi, mostra le carte nel giro di poche pagine, inclusa una situazione inaspettata e l’epilogo è credibile e coerente.

Nella mia classifica personale gli assegno un Buono, ampiamente meritato.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: