Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Bugie

di T.M. Logan

La Corte Editore – Pagg.  398 – € 17,00

Trama: Joe Lynch è un uomo con una vita stabile. Una moglie che ama, un figlio molto sveglio, un lavoro da insegnante che lo appaga. Ma tutto comincerà a crollare quando, un giorno, ha una discussione con il suo amico Ben in un parcheggio e lo lascia a terra tramortito, perdendo nel contempo il cellulare.

Quando torna per recuperare il suo smartphone, Joe scopre che l’amico è letteralmente sparito nel nulla e che qualcuno ha iniziato a pubblicare post sul suo profilo Facebook a nome suo.

Nel giro di poche ore si ritroverà, così, al centro di un vero e proprio incubo: un ciclone di eventi che, scardinando ogni sua sicurezza, travolgerà la sua vita mettendo in pericolo la sua famiglia e portando la polizia a sospettarlo addirittura di omicidio.

Un thriller psicologico in cui niente è come sembra e che mette in luce il lato oscuro dei social network, facendoci capire come la realtà non sia mai stata così relativa.

Letto da: Paolo

Opinione personale: Questo libro fa parte di uno quelli che scambio al buio con alcune amiche lettrici, tuttavia leggendo la trama avrei anche potuto decidere di acquistarlo. Sbagliando.

Non che sia scritto male, ma in tempi nei quali i furti d’identità ed iol cyberbullismo sono all’ordine del giorno, mi sarei aspettato una polizia più reattiva e con la mente più aperta, invece del classico poliziotto che si fissa sul sospetto più facile.

E’ la trama quindi che non mi convince affatto, pur riconoscendo la sorpresa che ho provato quando tutto si svela, anche se al solito il colpevole, fucile in mano e massima determinazione, si perde in chiacchiere permettendo poi il solito finale telefonato..

Per qual che mi riguarda, se punti un’arma contro il bersaglio, devi sparare, non parlare.

Naturalmente sui vari siti di Ibs o Feltrinelli ho letto recensioni da 4 se non 5 stelle, il che conferma quanto siano personali le opinioni.

Punti di vista, come si diceva. Nella mia classifica personale gli ho assegnato un Medio, sempre facendo riferimento alla scrittura in sè. Al prezzo pieno, io non lo consiglio, poi fate voi.

 

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 febbraio 2021 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , .
<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: