Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Punti di vista/3

Ieri è scomparsa Farrah Fawcett, oggi Michael Jackson. Non troverete post in tal senso non per insensibilità o altro, ma perchè ho un approccio diverso alle cose.

Mi spiace che siano morte due persone,  anche con grande sofferenza fisica la Fawcett; quest’ultima ovviamente mi piaceva molto 30 anni fa, per ovvie ragioni 😉 …. Jackson è stato un grande artista, ma purtroppo l’uomo si è perso un pò per la strada.

Resta il fatto che ho pochi miti Vip, per così dire.

L’unica volta che ho veramente accusato il colpo, è stato con la scomparsa di Falcone e Borsellino, ove la perdita è stata dolorosa, e non solo per ciò che rappresentavano per gli italiani onesti.

Detto questo, ogni persona che ci lascia, che sia un Vip, un campione dello sport, un attore così come un taxista, lascia un vuoto che ovviamente è tale per chi gli vuole bene, per chi viveva con lui e via dicendo.

Non critico affatto il dolore provato dai fan e meno che mai una persona che è in grado di manifestare il suo dolore, lacrime incluse, ma questa mattina alla radio ha chiamato un 40enne con il groppo in gola per la scomparsa di Jacko. Rispetto il suo dolore, però non lo capisco.

Proprio mentre sto scrivendo, alla radio leggono il messaggio di un ascoltatore: Non è morto Michael Jackson, è morta la musica, è morto lo spettacolo.

Mi spiace, questa è retorica allo stato puro.

Si nasce, si muore, la vita va avanti, da migliaia di anni. Il dolore resta, si evolve, ci lacera, ma nulla si ferma. Spesso ci fermiamo noi, che non riusciamo a convivere con il dolore della perdita.

Come disse qualcuno: Ricordati, non piangere quando muore un tuo amico,  ma quando lo avrai dimenticato, perchè sarà allora che lo avrai perso veramente.

2 commenti su “Punti di vista/3

  1. Francesco
    26 giugno 2009

    Rispetto assoluto per una persona e per un artista che è morto.
    Ma non condivido minimamente la frase “è morta la musica, è morto lo spettacolo”: è morta, semmai, una minima, assai minima, particella di musica (che poi, invece, continuerà a vivere attraverso l’eternità dell’arte stessa e della sua riproducibilità umana e tecnica). Per quanto bravissimo, Jackson è una piccola goccia in un mare di musica composto, questo, anche da tante onde ben più esaltanti di quelle generate dal cantante che ieri ci ha lasciati.

  2. Francesco
    26 giugno 2009

    Oggi davo uno sguardo alla classifica degli album più scaricati, a pagamento, sul sito Apple I-Tuns.

    Il 1, 2, 3, 5, 6 e 8 posto della classifica dei dischi più venduti su I Tuns
    oggi sono occupati da Michael Jackson.

    Non riesco proprio ad afferrare il perché la gente acquista album quando uno
    muore: se ti piacciono, mica devi aspettare che quell’artista muoia….

    In fondo parliamo di 9,99 euro ad album, non sono mica gratis… E non credo
    che la gente sia spinta da curiosità: chi non conosce la musica di Michael Jackson…? Boh!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 giugno 2009 da in Lo spazio dei ricordi, Pensieri, parole, idee ed opinioni con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: