Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Il tesoro sommerso

di Jean Failler

Ediz. Robin – Pagg. 257 – € 10,00

Trama: Durante l’esplorazione di un relitto da parte di un club di archeologia sottomarina al largo delle isole Glénan, un sommozzatore annega. Mary Lester che, con l’amico Fortin, fa parte del gruppo di esploratori, viene a sapere che un altro sub è annegato in circostanze simili pochi mesi prima. L’autopsia rivela inoltre che l’ultima vittima presentava tracce di ossido di carbonio nei polmoni.

Si tratta davvero di morti accidentali? Mary, nella nuova veste di gionalista a caccia di scoop, decide di vederci chiaro con l’aiuto del fedele Fortin. Sulla strada verso la verità la giornalista dovrà fare i conti con Bullion, un cane ferocissimo, ma soprattutto con i suoi padroni, una coppia di omosessuali che sembra avere molto da nascondere…

Letto da: Paolo

Opinione: Mi sono rassegnato al fatto che Mary Lester si sia dimessa dalla polizia, tuttavia a differenza dell’indagine precedente (Il caso dell’eredità Dunchien), questa volta l’autore sembra aver fatto ritrovare a Mary la sua intraprendenza e vivacità caratteriale. Il libro scorre piacevolmente, senza mai annoiare.

Mi lascia a tratti perplesso il dialogo fra i vari personaggi, che trovo poco credibile nel tono e nella forma. Il finale è concitato, come spesso capitava con le indagini dell’Ispettore Lester.

Un commento su “Un libro: Il tesoro sommerso

  1. Pingback: Un libro: Mary Lester e l’assassino pieno di errori « Paoblog

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: