Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Alberi oppure antenne?

di Roberto La Pira – Blogger del Sole 24ore

Le antenne per i cellulari sono davvero brutte, ma  si possono anche mimetizzare e diventare cactus, pini e persino palme. Certo bisogna osservare l’ambiente  circostante e scegliere la soluzione più consona all’habitat. Negli Stati Uniti le antenne travestite da alberi sono dislocate in molti centri  ed effettivamente disturbano meno il paesaggio.

La blogger Hélène  Crié-Wiesner segnala la presenza di queste antenne travestite da alberi anche   in Francia .

In realtà non si tratta di una novità. La prima antenna “verde” era un pino di 35 metri  ed è stata posizionata in un parco  nello stato di  New York nel 2005.

E in Italia?  Se qualcuno ne avvista qualcuna può sempre inviare una foto.

Fonte: http://robertolapira.nova100.ilsole24ore.com/

3 commenti su “Alberi oppure antenne?

  1. Pabblo
    13 Maggio 2014

    Succede dappertutto ne vedo in continuazione

  2. aa
    27 febbraio 2012

    il lazio è pieno

  3. Francesco
    5 marzo 2010

    Non ho a disposizione la foto (magari, quando posso la scatterò), ma racconto qui quanto accaduto da un anno circa sulla costa del Basso Lazio.
    Precisamente a Gaeta, provincia di Latina, sulla ridente collina residenziale della contrada “Catena” prospiciente il mare della Spiaggia di Serapo.
    Tale collina è costellata da villette edificate tra i primi del Novecento e gli Anni Settanta dello stesso secolo; villette più o meno ben integrate nel paesaggio, con giardini provvisti di molto verde, palme (quelle sopravvissute ai batteri di questi mesi), pini marittimi, cipressi.
    * * *
    Paesaggio, questo, più volte dipinto dal pittore maremmano Manlio Alfieri, alfiere della “Scuola Romana” attiva nel Lazio tra gli Anni Venti e Settanta, innamorato di queste zone e del quale alcuni dipinti si possono ammirare nel Museo permanente della Scuola Romana presso Villa Torlonia a Roma.
    * * *
    Tornando a Gaeta: su quella ridente verde collina, circa un anno fa, è comparso un gigantesco, quasi grottesco verde cipresso che nasconde nel suo interno un ripetitore di telefonia mobile; altri due cipressi un po’ più piccoli sono a qualche metro di distanza, meno visibili.
    È vero: meglio veder un cipresso, seppur finto, che una antenna. Ma, statene certi: osservare da lontano quella collina – per esempio dalla spiaggia sottostante o dal mare su una barca o dal vicino parco Regionale di Monte Orlando – l’impressione è sconcertante e quasi ridicola.
    Si osserva, infatti, un irreale cipresso di dimensioni sproporzionate ed eccessivamente appuntito quasi come una ogiva missilistica svettare tra alberi, villini e cespugli…
    Sembra, inoltre, che l’antenna non sia mai stata autorizzata. La scorsa estate è partita una raccolta di firme per farla togliere: non so, a tutt’oggi, come sia finita la cosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 marzo 2010 da in Ambiente & Ecologia, Tecnologia, Scienza, Web & C. con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: