Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Frutta matura al supermercato grazie a macchinari laser usati in medicina

di Roberto La Pira – Blogger del Sole 24ore

Nel laboratorio Functional Near InfraRed Spectroscopy Lab (fNIRS Lab) del Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano è stato messo a punto un sistema per stabilire il grado di maturazione della frutta. Il progetto rientra nell’ambito della ricerca europea InsideFood, ed è stato  sviluppato insieme ad altri centri sperimentali e imprese del settore.

In commercio esistono già degli strumenti portatili in grado di definire il tenore di zucchero di  pesche, meloni e altri frutti. La novità è che il nuovo strumento attraverso  un raggio di luce laser indirizzato per qualche picosecondo nel frutto, valuta la quantità di  clorofilla, risale  all’età biologica e prevede esattamente i tempi di maturazione. Oltre a ciò permette di conoscere la consistenza della polpa con gli eventuali difetti interni e i valori di acqua e  zuccheri .

Questa operazione può essere effettuata nel  momento della raccolta, durante la conservazione in cella frigorifero e nel momento del confezionamento. Si tratta di una tecnologia molto sofisticata, sino ad ora  utilizzata in ambito  biomedico e clinico per  caratterizzare i tessuti, per effettuare le mammografia ottiche e nello studio dei tessuti  cerebrali. L’obiettivo è utilizzare il raggio laser nei centri di confezionamento che smistano la frutta in base al colore e calibro.

Alla fine si potrebbero creare lotti omogenei  per calibro e colore di pere, pesche, ananas, manghi… in grado di giungere a maturazione nello stesso momento (dopo 2/3 giorni oppure dopo 5/6 giorni). In questo modo  il consumatore troverebbe sugli scaffali dei supermercati partite di frutta omogenea, ma soprattutto più gustosa e matura.

Fonte: http://robertolapira.nova100.ilsole24ore.com/

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 aprile 2010 da in Consumatori & Utenti con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: