Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Sempre stanchi, svogliati, smemorati? A volte può essere una malattia

cfs

«Egregio dottore, vorrei sapere se la cosiddetta fatigue è frequente nei malati di cancro anche dopo le terapie. Frequento la palestra e voglio mantenermi attiva, ma mi sento stanca, sempre. Esistono cure al riguardo?» scrive a uno dei forum di Sportello Cancro Anna, 48 anni e operata con successo di un tumore al seno.

Come lei sono moltissimi i pazienti oncologici, ma non solo, che soffrono di fatigue (termine inglese che significa debolezza, affaticamento) e stanchezza cronica. Un disturbo che colpisce a livello fisico e psichico, con conseguenze sulla vita sociale e sul comportamento di chi ne soffre.

Molti si rassegnano a conviverci, tanti altri scrivono cercando una soluzione. «La fatigue può essere curata e risolta, ma è indispensabile una stretta collaborazione fra medico e paziente» sottolinea Umberto Tirelli, direttore del Dipartimento di oncologia medica dell’Istituto nazionale tumori di Aviano (Pn), dove esiste anche un’unità con ambulatorio settimanale e, nei casi più difficili, possibilità di ricovero.

Sono circa 300mila gli italiani che soffrono della sindrome da stanchezza cronica (Cfs), anche se in Italia (come in molti Paesi occidentali) sono ancora in tanti a non sapere dell’esistenza di questa malattia. Invece, purtroppo, la Cfs colpisce soprattutto i giovani e lascia spesso per molti anni una situazione così grave dal punto di vista fisico che impedisce di continuare a lavorare o a studiare.

Continua la lettura qui > Sempre stanchi, svogliati, smemorati? A volte può essere una malattia – Corriere della Sera.

Articoli correlati  QUI – Informazioni QUI oppure Associazione MARA

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 luglio 2010 da in Speciale > Sindrome stanchezza cronica (cfs) con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: