Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ah, le vigilesse milanesi…

poliziottoDopo il post intitolato Ah, i vigili milanesi, (vedi link nel testo) viene naturale intitolare questo alle colleghe, ben più collaborative con il cittadino…

Chi mi legge conosce la stima che ho per le donne in genere che ritengo capaci di fare mentre gli uomini, se va bene, si limitano a parlare.

Questa mattina un piccolo, ma significativo episodio che mi ha confermato che l’atteggiamento femminile è diverso. In meglio.

Il 13 gennaio 2010 un camion abbatte il cartello di divieto di sosta relativo all’area di carico e scarico situata davanti all’azienda. In questi mesi ho provato di tutto.

Telefonando ai vigili il giorno stesso, informando di persona il vigile di quartiere, dicendolo a due vigili fermi in zona che hanno risposto in modo a dir poco sgarbato  ed infine scrivendo, due volte, al Comune di Milano, tramite il loro portale web.

Risultato? Nessuno. Parole, parole, parole….  Egregio signore giriamo la segnalazione al comando competente …. e via andare…

Questa mattina mio padre ha incontrato nelle vicinanze due vigilesse e le ha fermate per segnalare la storia del cartello la cui mancanza tra l’altro causa notevoli problemi con auto sempre in sosta (cosa c’è di meglio che trovare un parcheggio sempre libero? Che se poi l’auto da fastidio a chi deve lavorare, chi se ne frega…no?).

Le due vigilesse, contrariamente ai colleghi maschi, hanno preso nota, spiegando che purtroppo i tempi sono lunghi, anche se, certo, quasi 10 mesi

Nel corso della conversazione, saputo che questa mattina avevo chiamato i vigili per far multare (e magari rimuovere) il cretino di turno (parcheggiato da 2 giorni e pure recidivo) e successivamente quando l’area era stata liberata avevo richiamato per annullare l’intervento, hanno pure ringraziato per la gentilezza.

Dovere mi verrebbe da dire; mi pare ovvio evitare al carro rimozione di andare su e giù per Milano se il problema si è risolto, ma al solito pare che tutti siano pronti a chiamare per un intervento e nessuno poi che eviti alla pattuglia di uscire a vuoto…

Detto per inciso, ora siamo nuovamente alle prese con un altro fesso che ha parcheggiato l’auto nell’area; poco fa è arrivato un grosso camion che doveva scaricare e si è dovuto piazzare nelle vicinanze di un passo carraio, sperando poi che nessuno dovesse entrare/uscire….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: