Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Seggiolini: Gli esperti consigliano Isofix e schienali contromarcia, ma i costruttori non ci sentono

A questo proposito vi ricordo quanto scritto da Caprino in questo post >

https://paoblog.wordpress.com/2010/09/02/la-giulietta-e-unauto-da-famiglia-ma-i-seggiolini/

°°°

di Maurizio Caprino

L’incidente mortale di Lanciano (vedi: https://paoblog.wordpress.com/2010/10/16/seggiolini-il-bimbo-di-lanciano/) può far pensare che i seggiolini per i più piccoli siano pericolosi. Sono quelli dei gruppi 0 (per bimbi fino a 10 chili, anche se è meglio regolarsi in base all’altezza, nel senso che quando la testa del bimbo va oltre lo schienale è bene passare alla categoria superiore) e 0+ (13 chili).

E invece, se ci si ricorda di non metterli su un sedile dove c’è un airbag attivato, sono i più sicuri: i bimbi sono avvolti completamente e protetti dallo schienale (ci si siede in senso contrario a quello di marcia). Tanto che da qualche tempo gli esperti dell’Aci e dell’Etsc chiedono che anche quelli del gruppo 1 (9-18 chili, corrispondenti a 3-4 anni).

Per avere un’idea – mi ha detto Francesco Mazzone, uomo di punta dell’Aci sulla sicurezza -, in caso d’urto frontale il collo di un bambino seduto rivolto in avanti viene piegato da una forza quadrupla rispetto a quella in gioco quando ci si siede all’indietro (valori riferiti a una media di misurazioni fatte su seggiolini dei gruppi 0, 0+ e 1). Non basta: la decelerazione cui è sottoposta la testa si aggira sui 78 g, contro i 47 di una seduta contromarcia”.

Ma non presentatevi in un negozio per chiedere un seggiolino gruppo 1 contromarcia: in Europa modelli del genere sono pochissimi (tra essi, il Wavo Fix XL Isofix e il Recaro Polaric, presto Mazzone me ne indicherà altri) e in Italia non si trovano. Per il solito fatto che a noi interessa spendere il meno possibile (salvo dissanguarci per mostrare i nostri bimbi con abitini griffati) e i commercianti temono che un modello costoso resti invenduto per mesi.

Va pure detto che, quando si ha a che fare con bimbi che non sono più dei neonati, non è facile né progettare un seggiolino contromarcia (i piedi entrano in conflitto con lo schienale dell’auto) né pretendere che il piccolo accetti una posizione che limita la visuale e lapossibilità di comunicare con gli altri passeggeri (ma ciò spesso viene utilizzato come alibi da genitori poco pazienti nel caricare i figli in auto).

Altra rarità pressoché introvabile in Italia sono i seggiolini Isofix anche nei gruppi 2 (15-25 chili) e 3 (22-36 chili), che accompagnano la crescita fino a 10-12 anni. L’alibi dei costruttori è che qui il bimbo è trattenuto non da cinture specifiche del seggiolino, ma da quelle dell’auto, quindi il seggiolino servirebbe solo per far passare queste cinture all’altezza giusta.

“E invece – dice Mazzone – anche in questi casi avere un ancoraggio fermo al corpo vettura è importante, per evitare che nell’urto il seggiolino si sposti, cosa che rischia di far passare la cintura in posizione sbagliata e di sottoporre il corpo del bambino a più flessioni e torsioni”.

Altro punto debole è la protezione laterale. Certo, il ruolo principale lo gioca la struttura dell’auto. Ma sono molto pochi i modelli che offrono – anche come optional – gli airbag laterali posteriori (a naso, mi sembra che siano gli stessi di dieci anni fa, spero che sia perchè i test hanno dimostrato che non servono a molto).

“In ogni caso – dice Mazzone – sin da marzo 2009 l’Aci ha chiesto di accelerare l’introduzione del crash-test laterale nella procedura di omologazione dei seggiolini”.

Fonte: http://mauriziocaprino.blog.ilsole24ore.com/

Come montare il seggiolino > https://paoblog.wordpress.com/2010/07/16/montare-seggiolino/

Perchè usare il seggiolino per bambini? https://paoblog.wordpress.com/2009/01/29/vuoi-bene-al-tuo-bimbo-in-auto-usa-il-seggiolino/

https://paoblog.wordpress.com/2010/03/17/cinture-sicurezza-seggiolini/

Test sui seggiolini > https://paoblog.wordpress.com/2010/06/01/test-sui-seggiolini%c2%a0auto/

(se vuoi ulteriori informazioni, digita seggiolino bambini nella casella di ricerca)

Un commento su “Seggiolini: Gli esperti consigliano Isofix e schienali contromarcia, ma i costruttori non ci sentono

  1. Carlo
    16 dicembre 2012

    Dai crash test sui veicoli dotati di seggiolino è risultato evidente che i migliori dispositivi sono quelli dotati attacco isofix. Questi seggiolini costano di più rispetto a quelli tradizionali ma hanno una marcia in più quando si parla di sicurezza e facilità di installazione.
    Per l’orientamento del seggiolino, ricordo che la normativa prevede che i bambini fino a 9kg. di peso debbano sedere su un seggiolino rivolto in senso contrario al senso di marcia.
    Sara

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: