Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Piuttosto che pagare a 60 giorni…ti pago prima.

Ad una persona di buonsenso il titolo può sembrare una barzelletta, ma di fatto è quello che è successo in questi giorni e che si lega con le vicende aziendali raccontate qui.

Un breve riassunto.

Un cliente che (dice lui) considera l’etica nella conduzione degli affari un valore su cui fondare l’azienda, di fatto non paga mai puntuale le fatture.

Chiamala Etica, se ti va… 😉

Stufo dell’andazzo, in occasione dell’ultimo ritardo di pagamento gli ho scritto dicendo che così non si poteva andare avanti.

Sono poi stato contattato dalla persona dell’Ufficio Acquisti che mi diceva che avevo ragione, oltretutto si parla di cifre di poche centinaia di Euro e mi ha detto che ci saremmo risentiti alla prima occasione per vedere cosa fare.

Nei giorni scorsi mi ha chiamato, chiedendomi cosa si potesse fare per risolvere la situazione.

La mia risposta è stata un’ovvietà ovvero: basterebbe rispettare gli accordi.

Cosa peraltro vera. Che cosa vuoi fissare o stabilire se poi tutto quello che tu stesso scrivi sugli ordini non lo rispetti?

Fatto salvo, ovviamente, quello a tuo vantaggio… 😉

Alla fine, accantonato il pagamento a 60 giorni f..m. rimessa diretta che avevano, gli ho offerto la Riba a 30 giorni f.m. oppure il Pagamento ad avviso merce pronta – sconto 3%.

Ha scelto quest’ultimo ovvero preferiscono pagare in anticipo piuttosto che rispettare il pagamento a 60 giorni.

Non è folle?

applausi2

Allarghiamo un poco il discorso.

Nel corso della telefonata ricevuta in occasione dell’ultimo ritardo, il tipo mi spiegava che la loro azienda, gruppo leader nel settore (il che è vero), forniva materiale alle acciaierie per importi di alcuni milioni di Euro al mese e che sistematicamente i pagamenti arrivavano in ritardo, cosa questa che automaticamente veniva scaricata sui fornitori.

La filosofia commerciale è chiara; c’è sempre uno più grosso di te che fa i suoi comodi, a prescindere dagli accordi, ed è per questo che le varie Leggi o Direttive europee sui pagamenti mi provocano crisi di ilarità.

Sulla carta, siamo capaci tutti di essere corretti…

In questo caso il cliente ci fa pagare i ritardi che lui subisce da aziende ancor più grosse; volendo adeguarsi al sistema, noi non dovremmo pagare i nostri fornitori e, perchè no, magari ritardare pure gli stipendi dei dipendenti.

leggi anche: L’importante è pagare il più tardi possibile

pensieri parole

In questi giorni è successa una cosa che mi ha fatto ridere.

Ho fatto un ordine di soli 60 € ad un fornitore ed ho scritto una nota sull’ordine: Trattandosi di un importo irrisorio, facciamo un pagamento a ricevimento fattura (anzichè i soliti 60 giorni fine mese)?

Ieri mi telefona per avvisarmi dell’approntamento del materiale e mi dice che ha letto la nota e se mi va bene posso pagare questa fattura unitamente all’altra in scadenza a fine novembre.

Mi va bene si, ovvio.

Oggi mi ritelefona per avvisarmi di aver inviato la fattura per fax e, visto che la pago subito, di avermi applicato uno sconto del 3%. Gli ho risposto, ridendo, che così mi fa vergognare; già l’importo è irrisorio, mi fa pure lo sconto?

Una telefonata fra due piccoli imprenditori onesti, condita da risate e battute. Non si lavora meglio così?

 

 

4 commenti su “Piuttosto che pagare a 60 giorni…ti pago prima.

  1. Pingback: Prodotti tipici e “buone prassi” commerciali « Paoblog

  2. Pingback: Si può dire “no grazie” alla Marcegaglia? Si può, si può… « Paoblog

  3. Pingback: Ci risiamo, aumentano i prezzi e chi produce, annaspa… « Paoblog

  4. Pingback: La velocità decisionale di certe aziende è… « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: