Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Ai confini del mondo

Scoperto per caso da Milena Gabanelli ed entrato nella squadra di Report nel 2000, fino a quella data Giorgio Fornoni ha tenuto nel cassetto materiali straordinari raccolti nelle zone più pericolose del mondo.

Nessuna frustrazione per questo, Fornoni ha continuato a viaggiare trascinato dal desiderio di documentare a se stesso la sofferenza dell’uomo nelle guerre, nelle malattie, nella povertà più estrema.

Quello di Fornoni non è principalmente un interesse giornalistico. Non aveva tessere da giornalista, si era fabbricato un tesserino fasullo, ma il vero lasciapassare che lo ha portato nelle prime linee dei conflitti più feroci sono missionari che Fornoni conosce da sempre e per le cui riviste scrive i suoi report di viaggio.

Siamo andati a incontrarlo nel suo rifugio in montagna: il film-documentario che proponiamo raccoglie i suoi reportage principali (con vari inediti e con alcuni dei lavori più significativi trasmessi da Report in questi ultimi dieci anni). Il dvd è anzitutto la scoperta di un personaggio straordinario, osservato anche nella sua quotidianità.

Nel libro Fornoni racconta le ragioni di questa sua vita spericolata, una critica estrema al modello di vita occidentale e il senso più profondo della sua ricerca dell’uomo nella sofferenza. Perché la sofferenza, dice lui, toglie le maschere e ti fa trovare l’Uomo nella sua purezza.

Fonte: www.illibraio.it

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 novembre 2010 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: