Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Le voci di Petronilla

di Roberta Schira e Alessandra De Vizzi

Ediz. Salani – Pagg. 269  – € 16,80

Recensione di: silviapassini@lifegate.com

Una donna. Laureata. Medico. Giornalista. Ha vissuto da sola in diverse città, ha viaggiato. Cuoca provetta. Che cosa c’è di strano? Siamo all’inizio del Novecento! Ecco a voi la storia di Petronilla, modernissima donna d’altri tempi.

Figlia di un farmacista, nata a Mantova nel 1872, Amalia Moretti Foggia ha un grande sogno: studiare, informarsi, conoscere per aiutare gli altri. E’ sin da piccola una ragazzina determinata, volenterosa che con caparbia e tenacia realizza il suo sogno: laurearsi e diventare medico.

In pagine dallo stile agile che si divorano una dietro l’altra, Petronilla si svela, si racconta: la sua vita, la sua famiglia , i suoi studi, le sue grazie e le sue disgrazie. Ci svela che dal 1926 al 1947 c’era proprio lei dietro al Dottor Amal, che firmava su “La Domenica del Corriere” consigli e spunti medici di carattere pratico per i lettori (certo, i consigli di un medico donna non sarebbero stati presi sul serio dall’opinione pubblica a quei tempi), e dietro a Petronilla, la cuoca borghese che sulla medesima testata firmava ricette di semplice preparazione (invece una donna che cucina è accettata in ogni epoca).

Leggere la storia di Petronilla è come leggere un romanzo. Sono tante le voci che parlano con diversi toni e umori costruendo un personaggio a tutto tondo. Una femminista ante litteram la nostra Petronilla, le cui vicende personali si sono intrecciate con altre grandi donne dei suoi tempi: Sibilla Aleramo, Ada Negri, Anna Kuliscioff.

Un libro sulla forza femminile, sul vigore delle idee e della volontà. Un esemplare scorcio sul mondo tra fine Ottocento e inizio Novecento, che le autrici hanno saputo al meglio trasmettere. Vale la pena di leggere questo libro, per entrare nel mondo di Petronilla, per conoscere una donna. Una grande donna. Le più grandi si ricorderanno dei suoi articoli, ritagliati, conservati nei taccuini. Le più giovani avranno modo di conoscere una grande donna. Tutte potranno imparare da lei un piccolo, ma prezioso segreto: “Siate padrone della vostra vita!”.

Fonte: www.lifegate.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 dicembre 2010 da in L'angolo dei libri - le nostre recensioni con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: