Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Conto fai da te: al ristorante si gioca a indovinare in nome della trasparenza

a cura di Francesco

Contro la crisi e per la trasparenza un ristorante palermitano ha lanciato una singolare campagna promozionale: il cliente può ordinare dal menù alla carta quello che vuole e a conclusione del pranzo tocca a lui decidere quanto pagare, a esclusione di coperto e bevande.

A proporre il conto fai da te è il ristorante Hippopotamus di via Castrofilippo, di fronte l’antica piazza Magione, nello storico quartiere della Kalsa. L’idea è venuta a uno dei due titolari, Attilio Margiola, che gestisce il locale insieme a Mariella Seidita.

Inizialmente la proposta ha creato qualche imbarazzo tra i clienti, che si sono visti consegnare carta e penna con la nota delle ordinazioni per redigere il conto. Ma poi l’iniziativa ha incontrato il favore degli avventori, che anzi fanno a gara per azzeccare i prezzi e, al tempo stesso, suggerire quelli adeguati alla qualità di ciò che si è mangiato.

Addirittura c’è stato chi ha calcolato un 20% in più, che abbiamo subito provveduto a defalcare dal prezzo finale, ha dichiarato Mariella Seidita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 dicembre 2010 da in Alimentazione, Cucina & Ristoranti con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: