Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Contromano in autostrada…

Giovedì scorso, mentre ci recavamo a Sirmione, sul tratto autostradale a 4 corsie ci siamo trovati alle prese con la solita massa di imbecilli piantati sulla seconda e terza corsia a velocità inferiori a quelle che avevamo noi sulle prima corsia, quella del disonore.

Fra i tanti, degno di nota un over70 alla guida di una piccola utilitaria (una Matiz o giù di lì) che viaggiava in seconda corsia a 90 kmh. Ad un certo punto noto nello specchietto retrovisore una pattuglia dela Stradale con i lampeggianti accesi e dico a mia moglie: oh, arriva la Stradale, fosse vero che lo fanno rientrare nella prima corsia, lui e gli altri fessi…

Invece dopo pochi secondi non si vedono più i lampeggianti, anzi non si vedono più automobili sopraggiungere alle nostre spalle. Strana cosa. Dopo poche centinaia di metri sul grosso display ecco una scritta allarmante. Veicolo contromano. Fermarsi sulla destra.

Ho subito acceso le 4 frecce, rallentando vistosamente, ma con prudenza. L’anzianotto ha recepito così bene il messaggio d’allarme, da accendere le frecce, portandosi poi sulla terza corsia (?!), mantenendo sempre la sua velocità.

Doppio rischio, sia pensando al veicolo che forse arrivava contromano, sia perchè la maggior parte degli automobilisti non ha pensato minimamente di accostare sulla destra e/o ridurre la vel,ocità, anzi il contrario.

Da dietro non arrivavano più automobili, io procedevo sulla prima corsia, a 70 kmh. Davanti a me il traffico si spostava sulla prima corsia, ma senza rallentare.

Ad alcuni non sembrava vero di poter disporre, si fa per dire, di un’autostrada a 3 corsie (perchè la 1a non vale, si sa…) completamente libere ed allora ecco sopraggiungere alcuni missili sparati a velocità ben oltre il codice. Idiozia allo stato puro.

Ed ecco una situazione surreale per alcuni minuti. Noi soli in autostrada, come detto a bassa velocità sulla corsia di destra, pronti a fermarci su quella di emergenza se avessimo visto in lontananza (la strada era dritta per chilometri…) dei veicoli e/o delle luci.

Poco prima di Bergamo la situazione è rientrata nella normalità. Resta il fatto che nessuno ha obbedito all’ordine di portarsi perlomeno sulla destra.

Un commento su “Contromano in autostrada…

  1. Francesco
    3 gennaio 2011

    Pazzesca questa vicenda: di quelle che vedi nei telefilm e pensi possano essere solo finzione e che mai possano riguardarti da vicino, in prima persona.

    Davvero da non volerci credere alla circostanza che ci siano state – in questa situazione ma evidentemente in chissà quante altre: chi agisce volontariamente da sconsiderato facilmente sarà (è) abituato a farlo come fosse la cosa più normale… – persone così “furbe” da approfittare della situazione per “guadagnar tempo” oppure “finalmente potersi lanciare a folle velocità come stessero in pista”… Come se la cosa non riguardasse loro!

    E come se non fossero essi, in prima persona, a poter rischiare.
    Davanti a simili comportamenti superficiali, a volte penso che troppe “simulazioni virtuali” – troppa tv, troppi videogiochi, troppi “reality”, troppo non so neppur nemmeno più io… – finiscano con annullare i cervelli delle persone, facendo perder loro la cognizione della realtà…

    Non sono io quello che corre come un pazzo sull’autostrada, quasi un kamikaze lanciato verso un bersaglio possibile anzi probabile: è il mio alias, il mio nick, il mio profilo virtuale!
    Ragioneranno così?

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: