Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Milano, dall’oggi al domani, decidono il blocco totale dei veicoli inquinanti

Ieri il Comune ha preso una decisione, in vigore da oggi, circa il blocco di tutti gli autoveicoli a benzina Euro 0, diesel Euro 0, Euro 1, ed Euro 2 non dotati di filtro antiparticolato in grado di garantire un valore di emissione pari almeno al limite standard Euro 3 e di ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli a due tempi Euro 1 e Euro 0 e Euro 1 alimentati a gasolio.

In caso di inosservanza di queste misure è prevista una sanzione di 155 euro.

Le deroghe al divieto sono le stesse previste annualmente dal fermo regionale per il periodo che va dal 15 ottobre al 15 aprile e riguardano: le forze di polizia, i veicoli a servizio dei disabili dei malati gravi sottoposti a terapia, i servizi di pubblica utilità, i veicoli con almeno tre persone a bordo, il trasporto valori, i lavoratori turnisti impossibilitati a usufruire del trasporto pubblico locale, i medici in visita urgente

Qualora lo stato di criticità permanesse, è infine previsto per domenica il blocco totale del traffico dalle 0:00 alle 24:00. Le misure adottate saranno sospese dal giorno successivo all’acquisizione ufficiale da ARPA di valori sotto la soglia per tre giorni consecutivi.

°°°

Esiste già un blocco del traffico, dalle 7 alle 19 (giorni feriali) per i veicoli inquinanti. Ora un blocco totale. C’è da dire però che la Regione incassa il bollo auto per intero. Sarebbe forse più equo modificare la modalità di incasso del bollo.

Resto dell’idea che sarebbe il caso di mantenere le promesse elettorali, eliminando il bollo auto o, meglio, spalmarlo sul prezzo dei carburanti, cosa questa che sarebbe più equa. Più usi l’auto e/o più consumi e più paghi. Se per ragioni tue o per il blocco del traffico non circoli, di fatto non paghi.

(Stesso ragionamento per l’assicurazione. Folle pagare per 12 mesi e poter usare l’auto per 7 od 8. A questo punto le Compagnie dovrebbero offrire l’assicurazione a tempo…qualcuno lo fa, ma non ho dati certi in mano...)

Tralasciamo ogni valutazione circa i reali effetti di tale provvedimento, oltre al fatto che la rete dei trasporti dubito sia in grado di reggere il probabile aumento dei passeggeri, ma resta il fatto che la cosa è stata annunciata decisa ieri, detta al tg ieri sera ed entra in vigore oggi.

Io ieri sera il tg non l’ho visto. Fortunatamente ho una Euro 3. Ho saputo del provvedimento questa mattina.

A questo punto mi chiedo se non si fa prima a definire un periodo X oltre il quale sarà vietata la circolazione alle auto inquinanti (iniziando magari con le Euro 0), offrendo però un contriubuto alla rottamazione e/o incentivi, anche a livello di convenzioni bancarie, tasso realmente zero, ecc.,  che permettano al cittadino di affrontare la spesa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: