Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Non diffondete i falsi appelli sul prezzo della benzina

Il prezzo del petrolio scende ed ovviamente il prezzo della benzina resta dov’è. I telegiornali fingono di non vedere ed è buffo come ci siano state vibrate proteste e servizi con le solite interviste agli automobilisti, quando il prezzo era più basso rispetto a quello che si vede ora. Pochi ne parlano, pochi protestano (forse perchè non serve a nulla?) e pochi ne scrivono.

Scrivo io 😉 anche se poi a ben vedere mi ritrovo nel vortice del già detto a causa dei molti (troppi), che continuano a diffondere il solito appello bufala attribuito a Beppe Grillo.

Non sarebbe il caso di prendere atto, una volta per tutte che diffondere appelli falsi oppure con informazioni errate non serve a nulla?

Se non ad intasare la rete di messaggi inutili che vanno avanti ed indietro oltre che a creare disinformazione….

Come spiega Paolo Attivissimo, le catene viaggiano con centinaia di indirizzi di e-mail al seguito. Gli spammer (i pubblicitari-spazzatura di Internet) usano queste catene per raccogliere indirizzi a cui mandare la loro assillante pubblicità più o meno pornografica, virus e compagnia bella. Se partecipate a una catena di sant’Antonio, anche il vostro indirizzo finirà nelle liste degli spammer.

(Infatti questa mattina mi è arrivata una mail con una trentina di indirizzi in Cc, cosa questa che mi ha permesso di inviare a tutti un post in merito, rigorosamente in Ccn)

Molti worm si propagano per e-mail, e utilizzano gli indirizzi presenti nei messaggi per diffondersi.

Inviare un messaggio con gli indirizzi dei destinatari in chiaro significa quindi esporre tutti i destinatari ad un ulteriore rischio di contagio se uno di loro viene contagiato. Se proprio si vuole inoltrare un appello, almeno usiamo un pò di prudenza e utilizziamo  il Bcc: (o Ccn:), oppure una mailing list.

P.S. Ma perchè poi, aumenta il prezzo della benzina?

2 commenti su “Non diffondete i falsi appelli sul prezzo della benzina

  1. Pingback: La benzina ad € 1,71…che fare? « Paoblog

  2. Pingback: Se fossimo capaci di boicottare i “furbetti”… « Paoblog

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 marzo 2011 da in Bufala, Antibufala ed Inesattezze, Consumatori & Utenti con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: