Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Musica o rumore?

Sabato scorso siamo andati in centro, a Milano. Nella maggior parte dei negozi, che fosse la Rinascente così come altri negozi orientati ai più giovani (ma non solo) c’era una musica ad un volume che non esito a definire assordante.

Era già fastidioso transitare sul marciapiede, figuriamoci ad entrare per un acquisto o, peggio ancora, lavorarci dentro per 8 ore al giorno.

In questi negozi come possono superare le rilevazioni fonometriche ovvero del rumore? Perchè la musica assordante è Rumore.

°°°

Detto questo, in azienda dobbiamo fare l’aggiornamento delle rilevazioni relative al Rumore (ed alle vibrazioni). Giusto, se non fosse che da 4 anni fa ad oggi, non vi sono state variazioni, nelle attrezzature e che il personale di fatto è calato di un’unità ovvero nulla è cambiato, in meglio oppure in peggio.

Non basterebbe un’autocertificazione (con le conseguenze del caso se dichiari il falso) che attesta che non vi sono state variazioni?

Invece ho sulla scrivania un preventivo che parla di 670 € di spesa ed in momenti di crisi come quelli attuali, ogni € che esce è un problema. Ci sarebbe poi il rinnovo dell’iscrizione obbligatoria al Sistri, seguita dall’assurda valutazione dello stress da lavoro che ovviamente dovrà essere fatta (su che presupposti?) a pagamento e via dicendo…

Un commento su “Musica o rumore?

  1. Pingback: Per una piccola azienda, la vera impresa è sopravvivere… (allo Stato) « Paoblog

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 aprile 2011 da in Consumatori & Utenti, Pensieri, parole, idee ed opinioni, Persone & Società con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: