Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

3 g al giorno* di betaglucani riducono il colesterolo

* Chiariamo subito l’asterisco:  E’ necessario assumere 3 g al giorno di betaglucani, attraverso una dieta varia ed equilibrata che comprenda un insieme di alimenti che, in una o più porzioni, contribuiscano a raggiungere la quota.

Una sintesi dell’articolo di Dario Dongo per il Fatto Alimentare

Per i betaglucani sempre più presenti nei claim salutistici utilizzati nelle etichette dei prodotti alimentari, è arrivata una nuova conferma scientifica.

Queste fibre solubili presenti nella crusca dei chicchi di cereale (in particolare orzo, fino al 7% e avena, 5%, e in misura assai minore in segale, 2%, e frumento, meno dell’1%), nel lievito del pane e in molti tipi di funghi, hanno effetti positivi nel controllo e nella diminuzione del livello del colesterolo del sangue.

In particolare, ne riducono l’assorbimento a livello intestinale e ne inibiscono la sintesi nel fegato. Quindi, in prospettiva, possono essere considerate un valido aiuto dietetico nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Ora le valutazioni dell’Efsa trovano ulteriore conferma in una meta-analisi degli studi sull’effetto del consumo di betaglucani da orzo e avena sui livelli ematici di colesterolo.

La meta-analisi ha considerato i risultati di 30 diverse pubblicazioni, per un totale di 126 studi clinici. I risultati hanno evidenziato che il consumo di betaglucani si associa a una riduzione significativa del livello di colesterolo totale e Ldl (il colesterolo cattivo, dannoso per le arterie).

Lettura integrale dell’articolo QUI

Un commento su “3 g al giorno* di betaglucani riducono il colesterolo

  1. Pingback: 3 g al giorno* di betaglucani riducono il colesterolo (via Paoblog) | Stobè Magazine

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: