Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Luna assassina

di Peter Tremayne

Ediz. Hobby & Work – Pagg. 384 – € 9,90 > lo vendo ad € 4,00 + spese spedizione

Trama: È l’autunno del 667 dopo Cristo quando una serie di omicidi getta nello scompiglio la contrada irlandese di Rath Raithlen. Tre ragazzine, infatti, vengono brutalmente uccise nel corso di altrettante notti di luna piena. Subito i sospetti si focalizzano su un terzetto di stranieri provenienti dalle lande di Aksum (Etiopia), attualmente ospiti dell’Abbazia di Finbarr dopo essere scampati ad un naufragio. Sorella Fidelma e il suo fido assistente Eadulf, convocati per investigare sul caso, diffidano tuttavia delle soluzioni scontate.

In realtà la “pista etiope” potrebbe essere stata fabbricata ad arte per sviare le indagini da potenziali colpevoli ben più vicini, primo fra tutti Liag, un eremita in odore di stregoneria. Costui, non a caso, aveva conosciuto intimamente le tre vittime, iniziandole ad antichissimi rituali di sapore esoterico…

Quali verità sinistre si nascondono nella sua inquietante dimora nel bosco? Perché gli aksumiti si rifiutano di discolparsi dall’accusa di omicidio? Per quale motivo una vecchia miniera abbandonata è diventata meta di inconfessabili pellegrinaggi notturni? E sorella Fidelma riuscirà a sciogliere l’enigma prima della prossima luna piena, impedendo che l’assassino colpisca ancora?

Letto da: Paolo

Opinione personale:In genere i libri incentrati sulle indagini di Fidelma non deludono, ma questa volta è stata una lettura un pò noiosa, rallentata da una certa tortuosità resa particolarmente complicata a causa dei nomi dei (numerosi) personaggi scritti rispettando la fonetica dell’epoca.

Giusto per capirci, accantonando gli abituali Fidelma, Eadulf e Colgù, questi sono i personaggi del libro: Becc, Adag, Accobran, Beccnat, Lesren, Babhail, Escrach, Seachlann, Brocc, Ballgel, Sirin, Berrach, Goll, Finmed, Gabran, Liag, Gobnuid, Tomma, Creoda, Sioda, Menma, Suanach, Brogan, Solam, Dangila, Nakfa, Gambela, Tuan, Conri.

Dopo un pò, si va in confusione; ironico leggere l’abate Brogain scusarsi con Eadulf perchè non sono bravo a pronunciare i nomi sassoni. Li trovo foneticamente molto ostici. 😉

C’è da segnalare un cambiamento caratterialedi Fidelma, che si capirà al meglio sul finale del libro; e l’ultima riga costringerà di fatto il lettore (tanto più se fedelissimo di Fidelma) ad acquistare il romanzo successivo, Rintocchi di morte.

Annunci

Un commento su “Un libro: Luna assassina

  1. Pingback: Rintocchi di morte « Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: