Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Siamo golosi di caramelle e chewing-gum sugar-free

un articolo di Agnese Codignola che leggo su Il Fatto Alimentare

Il mercato delle caramelle negli ultimi quattro anni è cresciuto del 16%, e nel 2010 le vendite hanno sfiorato i 5,2 miliardi di €. Nonostante ciò, il consumo pro capite resta uno dei più bassi d’Europa: 2,4 kg annuali contro i 6,2 kg dell’Olanda, i 4,6 della Gran Bretagna e i 3,8 della Francia.

Le caramelle fanno la parte del leone, costituendo il 39% degli acquisti, seguiti da gelatine e gomme da masticare (28%). Ma i prodotti senza zucchero stanno conquistando sempre più terreno. Ogni anno si producono 120mila tonnellate di caramelle sugar-free (15% del totale), le gomme da masticare ricche di zuccheri sembrano destinate all’estinzione: ben l’86% dei prodotti ne è privo e vanta qualità anticarie dovute alla presenza dello xilitolo.

Regina incontrastata del settore è la Perfetti Van Melle, che produce e vende circa l’85% delle gomme, con un assortimento molto ampio, mentre se si considerano anche le caramelle la percentuale scende al 35%, un valore comunque di tutto rispetto se si pensa che i competitori diretti sono colossi quali Haribo, Wrigley e Ritter.

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 luglio 2011 da in Consumatori & Utenti, Leggo & Pubblico con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: