Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La riduzione dell’inquinamento non passa attraverso la logica…

Certe volte non mi capacitò dell’ottusità che mi circonda. Siamo in emergenza inquinamento, ci sono limitazioni al traffico e via dicendo. Va bene.

Però non riesco a capire dove sia la logica, sia aziendale sia ambientale, nella vicenda che segue.

Questa mattina ho chiamato il corriere Bartolini per spedire un bancale ad un cliente, ma nelle ore seguenti è venuto pronto del materiale per un altro cliente che ha richiesto la spedizione sempre a mezzo Bartolini.

Pochi minuti fa arriva il furgone e dico all’autista: ci sarebbe un altro ritiro, da fare.

Ha nicchiato un pò e mi fa: ma io ho un solo ordine di ritiro.

Vero, ma vero anche che unitamente alla merce gli consegno il Ddt, ragion per cui è tutto lì, nero su bianco.

A quel punto gli chiedo se devo inviare un altro ordine di ritiro e passa poi domani per il ritiro e mi dice di fare così.

Quindi il furgone di Bartolini è già qui, ma di fatto ritorna domani, perdendo tempo, sprecando carburante e, di conseguenza, inquinando.

La logica dov’è?

Si potrebbe dire che si tratta di procedure obbligatorie e via dicendo, ma visto che altri vettori (ad esempio Traco) non si fanno di questi problemi e ritirano subito tutto quello che c’è pronto, anche se sono stati chiamati per un solo ritiro, vien da pensare che il problema sia nella gestione aziendale e nelle norme che, ogni tanto, potrebbero anche essere riscritte.

D’altro canto il Premio U.C.C.S. aspetta nuovi candidati… 😉

Un commento su “La riduzione dell’inquinamento non passa attraverso la logica…

  1. diana
    3 dicembre 2011

    ho visto che anche con gli ordini di Amazon (.it o .uk) ti mandano vari pacchi, man mano che arriva loro la merce in magazzino. Vuol dire proprio che non pagano abbastanza il carburante (oltre che il guidatore del mezzo)…

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: