Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Diario online di una Blogger all’ospedale

In questi giorni una cara amica è ricoverata in un ospedale nella zona di Brescia; nel primo messaggio inviatomi ieri, si lamentava della pulizia e mostrava alcune perplessità in generale, ragion per cui le ho proposto un diario online della sua esperienza.

1°marzo 2012 – Non so da voi, ma qui in ospedale non e’ il massimo. Disorganizzazione, disinformazione, pulizia che lascia a desiderare (unico bagno per 6 persone, sporco da ieri pomeriggio nonostante le mille richieste di pulizia)….e questo e’ solo l’inizio…

2 marzo – Mercoledi mattina entro d’urgenza in ospedale per forti dolori all’addome. Al Pronto Soccorso è andato tutto bene, velocissimi a gestire l’urgenza, esami del sangue, ecc…; poi visita ginecologica ed ecografia. Per quella circa due ore di attesa…poco male. La dottoressa che mi ha visitata è stata chiarissima. Mi ha spiegato della ciste e mi ha detto che ovviamente andava tenuta sotto controllo. Ritorno al Pronto Soccorso dove mi comunicano che è meglio un ricovero per accertare la cause del dolore addominale, accetto e vengo trasferita in chirurgia e qui inizia la storia…..

… Al ricovero segue immediata una radiografia del torace (routine dicono) ed un eco addome dove viene visualizzata la ciste (gia’ vista in precedenza) ed un altra “pallina” di 1 cm vicino al rene…quando chiedo ovviamente spiegazioni sono vaghi e consigliano una TAC addome…e gia’ mi girano. Io chiedo, tu medico rispondi ecchecazzo! Qualsiasi cosa possa essere mi spieghi o no?

Torno in reparto e sono agitata, nervosa…in attesa della tac che ovvio non si fa subito. Nel frattempo, digiuno, flebo, un antibiotico come copertura…e arriva la notte. In stanza con me ci son due nonnine, una operata e l’altra in attesa e da quel che posso capire non sono molto in salute. Va da se che quando uno sceglie di fare l’infermiere o l’aiuto deve avere una sorta di vocazione e non gli devono girare i marroni ogni volta che suona il campanello, anche se e’ notte…

°°°

Basandomi sull’esperienza ospedaliera di mio padre, lo scorso anno, ecco alcuni post che integrano al meglio il tutto:

Niguarda 1 – La comunicazione fra il personale ed i familiari dei pazienti

Niguarda 2 – Esci tardi dall’ospedale e…

Niguarda 3 – Il regolamento dell’ospedale dice una cosa e poi…

Un commento su “Diario online di una Blogger all’ospedale

  1. lorena
    2 marzo 2012

    tutto il mondo è paese qui da noi non è che sia meglio, pulizia non ne parliamo, mia madre anni fa’ ha avuto un’emorragia dalla bocca (fortunatamente si è rivelata poi una varice)portata al pronto soccorso, fatto le radiografie non la potevano ricoverare, perchè il posto c’era solo in ginecologia e dato che secondo loro poteva anche essere una cosa infettiva c’erano i bambini e non se la sentivano di rischiare. Al che ho detto” scusate dovete stabilirlo voi se è infettivo o meno, a quel punto volevano dirottarla in un ospedale a 50 km peggio di quello di c.vecchia. Io ho detto che non se ne parlava, allora mi hanno detto “firmi e se la porti a casa” Ho detto che dovevano dimetterla loro se volevano, assumendosi tutte le responsabilità altrimenti non mi sarei mossa di lì. E’ arrivato poi un medico mio amico che mi ha tranquillizzato e mi ha detto che l’avrebbero dimessa con, non ricordo il termine ma come se fosse ricoverata e che l’indomani avrebbe fatto una tac per sicurezza. La tac poi è risultata negativa e ci siamo tranquillizzati.
    Per quanto riguarda il problema della blogger non danno risposte perchè probabilmente vogliono fare esami più approfonditi ma credo, non sono un medico, ma se ha avuto forti dolori potrebbe essere un calcolo, di solito sono molto dolorosi.
    in bocca al lupo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: