Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

I rifiuti abbandonati “vicino” ai cestini e via dicendo…

Incivili - segnale

Articolo aggiornato dopo la pubblicazione

Un paio d’anni fa Roberto La Pira scriveva sul suo Blog criticando pesantemente l’Amsa che sanziona con multe di quasi 500 € coloro che gettano sacchetti di rifiuti nei cestini.

Osservava La Pira che ogni giorno ci sono tre persone che occasionalmente  depositano un sacchetto dell’immondizia dentro un cestino verde (o sotto il cestino quando è pieno)  e pagano una multa di 455 €.

La multa è sicuramente elevata, troppo, tuttavia nutro forti dubbi sul fatto che il fatto sia occasionale; i cestini nelle vicinanze dell’ufficio e/o della via dove abitano i miei, sono sistematicamente tappati da uno o più sacchetti di spazzatura, il che li rende inutilizzabili per il loro scopo primario ovvero raccogliere i piccoli rifiuti, che spesso, poi, con ulteriore atto di inciviltà del passante, vengono buttati sul marciapiede.

A questo punto vien da dire che solo una multa sostanziosa possa far cambiare abitudini a chi evita di fare la raccolta differenziata e lascia la spazzatura nei cestini (quando va bene).

Ritengo che come sempre servirebbero delle linee guida e delle multe proporzionali al fatto ovvero una sanzione simbolica in casi che non implicano il dolo (mettiamo uno che lascia nei cestini un sacco di pile… non è la stessa cosa che lasciare dei giornali) ed  incrementali nei confronti di chi è recidivo.

Milano solo recentemente ha inziato la raccolta differenziata dell’umido, (diversamente dal periodo in cui è stato scritto il post), ma potete osservare da soli cosa abbia trovato ieri mattina sparso sul marciapiede, accanto ad un cestino dei rifiuti.

Un sacco rotto, casualmente, per incuria o vandalismo, poco importa, che conteneva di tutto un pò, inclusa una latta, bottiglie di plastica, scarti di cucina e via andare… vi sembra un sacco abbandonato occasionalmente?

Successivamente è passata l’Amsa impegnata nella raccolta dei sacchi neri (ora trasparenti) che ha portato via il sacco rotto ed un pò di rifiuti e quello che rimaneva ad imbrattare il marciapiede lo abbiamo pulito noi.

Aggiungerei due parole circa il fatto che il sacco (nero) sia stato abbandonato accanto alla palina con il cestino che peraltro si trova accanto al portone dell’azienda e che ieri era giornata di raccolta dei sacchi.

Se fosse passato un ispettore Amsa avrebbe potuto supporre che il sacco (nero e non trasparente, tra l’altro) contenente rifiuti di vario genere, lo avessimo messo fuori noi, e di conseguenza multarci.

Conosciamo tutti l’ottusità tipica di molti funzionari con divisa e blocchetto, per cui nessuno può garantire che non sarebbe successo ed avremmo potuto trovarci nella solita condizione dei Cornuti & Mazziati grazie ad un imbecille che ha gettato i suoi rifiuti come capita.

3 commenti su “I rifiuti abbandonati “vicino” ai cestini e via dicendo…

  1. Pingback: Arriva l’incivile di turno e trasforma il marciapiede in una discarica « Paoblog

  2. Pingback: Ho due sedili della macchina che mi avanzano…che farne? Toh, un prato… | Paoblog

  3. Pingback: Una settimana in vacanza ad Ortisei; non sarò breve… | Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: