Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Ho due sedili della macchina che mi avanzano…che farne? Toh, un prato…

di Francesco Mignano Comunicazione Visiva - 2013

di Francesco Mignano Comunicazione Visiva – 2013

Fare la cosa giusta non è nè difficile nè faticoso, checchè ne dicano certi…

Sabato mattina sono andato all’Ecocentro con il baule pieno di rifiuti da smaltire: lampadine a basso consumo, una batteria auto, parecchie cartucce toner, molti rifiuti Raee e l’olio da cucina usato.

Sono uscito di casa alle 9.05, arrivato all’Ecocentro alle 9.09 ed alle 9.25 me ne stavo ritornando sui miei passi.

In totale ho impiegato meno di 30 minuti. Non è un gran sacrificio, per fare le cose nel modo giusto.

Eppure sembra che per molti sia veramente uno sforzo smaltire i rifiuti; l’altro giorno stavo passando per via Vipiteno (a Milano) e che ti vedo in un prato (decisamente incolto e degradato, va detto)?

sedili

Ansa numero_verdeA parte il fatto che devo ancora capire come faccia uno ad avere due sedili che gli avanzano ovvero da buttare, ma dannato cretino, dovevi proprio buttarli in un prato? Sarebbe stato sufficiente chiamare il numero verde e farli ritirare gratuitamente a domicilio.

Andiamo oltre. Rientrando verso casa, qualche giorno fa, ho notato che in via Prospero Finzi, nel solito posto utilizzato da anni dagli incivili,  ovvero davanti ad un portone delle Ferrovie si ammucchiano diversi rifiuti.

rifiuti ferrovie

Da notare che la maggior parte di questi rifiuti poteva essere gettata in uno o più cestini. Certo, così facendo va a farsi friggere la differenziata, ma sempre meglio che buttarli per strada.

Resta il fatto che non posso credere che nel corso della giornata non passi mai di qui un addetto dell’Amsa e/o una pattuglia di vigili che possa segnalare la cosa…

rifiuti

rifiuti cestino

Nella foto che segue vedrete un sacchetto (azzurro) di spazzatura, gettato ai bordi della Statale. Uno più, uno meno, che cos’ha di speciale questo sacchetto?

Il fatto che al sabato mattina, quando usciamo dalla nostra via, lo vediamo ovvero tutte le settimane c’è un cretino che, da mesi, butta lì la sua spazzatura. Difficile credere che non abbia la possibilità di gettarla, ogni tanto, in un cestino o cassonetto.

sacchetto rifiuto corbetta

 

 

Articoli correlati:   Civiltà, Educazione, Sicurezza…Quando sento certi ragionamenti… Raee – il rifiuto dei farmacisti Il riciclo delle pileOgnuno faccia la sua parte

Compost: dall’umido si ottiene il terriccio –  Riciclare al 99% si può- Le percentuali del ricicloUna gestione dei rifiuti uguale per tutti… Utopia?

5 commenti su “Ho due sedili della macchina che mi avanzano…che farne? Toh, un prato…

  1. Davide
    17 luglio 2018

    Peccato che invece “fare la cosa giusta non è nè difficile nè faticoso” invece non sia proprio così!!!

    Mi carico faticosamente i sedili di un auto e mi reco all’ecocentro (impiegando fra carico e viaggi a/r quasi due ore…) tanto decantato… morale?

    Mi dicono che i sedili NON LI PRENDONO e me li devo riportare via!!! Non finisce qui, chiedo loro cortesemente dove smaltirli e in modo spazientito mi dicono che loro non li prendono e basta, di non fargli perdere altro tempo e che non è affar loro dove andare a buttarli… siccome anche io credevo che “fare la cosa giusta non è nè difficile nè faticoso” non mi rassegno e a questo punto chiamo direttamente l’AMA sperando in una risposta risolutiva e almeno un po’ più civile e invece… stessa risposta con la stessa arroganza, stessa maleducazione… ci si meraviglia poi così tanto che poi DOPO ESSERE STATI TRATTATI DALLE ISTITUZIONI PREPOSTE DA DANNATI CRETINI, si buttino dove prima capita???

    • paoblog
      17 luglio 2018

      AMA quindi Roma, ritengo… io, va da sè, faccio riferimento al mio territorio, ed infatti a Milano si telefona e vengono a domicilio a ritirare i rifiuti ingombranti, per cui fare la cosa giusta non è difficile, basta una telefonata.

      Dopo di che anche quando è stata AMSA (Milano) ad ostacolarmi, la soluzione l’ho cercata e trovata, con l’aggravio delle perdita di tempo e naturalmente facendo le mie rimostranze a chi di dovere.

      Buttarli dove capita, per quel che mi riguarda, non è un’opzione percorribile, nonostante l’imbecillità degli “addetti ai lavori” o presunti tali.

      D’altro canto a parole le amministrazioni ci definiscono cittadini, ma nei fatti siamo dei #sudditi e come tali ci trattano.

  2. Pingback: Che bello passeggiare fra i rifiuti. A Napoli? No, un pò più a nord… | Paoblog

  3. Pingback: Incredibile a Napoli: ci mancava il furto dei sedili dell’auto | Paoblog

  4. Pingback: Se l’Amsa pulisce dove c’è pulito e poi… | Paoblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: