Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La Rc auto a Napoli costa troppo? Meglio una residenza (falsa) a Torino

di Maurizio Caprino

Una volta, diciamo una decina d’anni fa, c’erano napoletani che per difendersi dal caro-Rc auto della loro città si assicuravano a Roma. Il gioco era facile: loro nella capitale ci lavoravano e c’erano agenti assicurativi che si accontentavano di questo per applicare loro le più favorevoli tariffe romane.

Oggi che la situazione si è incancrenita e non solo a Napoli (l’Aci stima ormai che in tutto il Paese siano quattro milioni i veicoli che circolano senza copertura obbligatoria, a causa di crisi e caro-polizze) le compagnie evidentemente sono meno inclini a farsi prendere in giro.

Così chi vuole fruire di tariffe più favorevoli (senza scadere nell’acquisto di una polizza falsa a prezzi stracciati) deve mettersi nelle mani di organizzazioni che taroccano i loro documenti per farli sembrare residenti in regioni meno svantaggiate.

Nel caso dell’operazione conclusa stamattina dalla Polizia stradale, parliamo del Piemonte. Ecco com’è andata, nel comunicato della Polizia.

Assicurarsi a Napoli è troppo caro?

Nessun problema: basta rivolgersi alle persone giuste per ottenere sconti significativi!

Si sa, i premi assicurativi della Campania sono molto più alti di quelli del Piemonte perché in Campania si verificano molti più incidenti.

E quindi, con lo scopo di ottenere dei costi delle assicurazioni più basse, un’organizzazione criminale chiedeva ad agenzie della Val di Susa compiacenti di stipulare polizze a favore di soggetti che residenti in Campania, risultavano fittiziamente residenti in Piemonte, attraverso la presentazione di carte d’identità, patenti e carte di circolazione modificati nella parte relativa alla residenza. E il gioco era fatto.

Questa attività capillare era portata avanti dall’organizzazione, intermediaria tra l’assicurato e la Compagnia Assicurativa, e nella stragrande maggioranza dei casi gli assicurati non sapevano della truffa.

L’operazione si è chiusa dopo un anno di indagini della Polizia Stradale di Susa (TO) e di Napoli ed ha portato all’arresto di 12 persone in gran parte provenienti dalla zona di Napoli e Castellammare di Stabia, ma anche dell’ hinterland torinese, tutti ritenuti responsabili dei reati di associazione per delinquere finalizzata al compimento di truffe in danno delle compagnie assicurative.

2 commenti su “La Rc auto a Napoli costa troppo? Meglio una residenza (falsa) a Torino

  1. Pingback: Ambulanze (senza revisione), ma con la polizza Rca falsa. Ed i taxi…pure. | Paoblog

  2. Morbida Dolcezza
    17 gennaio 2013

    Beh, i napoletani sono speciali e soprattutto specialisti nelle truffe…

    non a caso Totò spesso rappresentava nei suoi film proprio questo aspetto del popolo partenopeo pur essendo lui stesso un indigeno.

    Io dico sempre che se i napoletani utilizzassero la loro creatività a fini di bene, avrebbero sicuramente una marcia in più rispetto agli altri.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: