Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Farsi trovare impreparati sta diventando uno spot nazionale?

atmTra poco iniziano le scuole, le persone tornano al lavoro, ci sono novità tariffarie e non solo: sarebbe stato possibile immaginare che agli sportelli Atm ci sarebbe stata un’affluenza decisamente alta di utenti?

Eppure oggi leggo che: “Abbonamenti Atm, code e caos per i rinnovi”.

Ma non solo ovviamente: “lunghe file agli sportelli automatici per fare il biglietto; macchinette a mezzo servizio che non accettano monete; poi scale mobili fuori servizio, rom che chiedono la mancia per un aiuto al self service e anche indicazioni con i nomi delle grandi arterie della città colpevolmente sbagliati.”

L’Atm attribuisce parte dellecode al fatto che molti anziani vadano a chiedere informazioni sulle nuove tariffe, compito che non spetta a loro, tuttavia non dicono che “che l’assessorato alle Politiche sociali ha dato sì il via libera all’assistenza sugli abbonamenti anche nei centri anziani, ma soltanto da ieri.”

E poi tanto malcontento, a partire dagli studenti: “perché le riduzioni previste presentando la dichiarazione Isee valgono solo per le fasce d’età più elevate ma non per i minori di 26 anni. Tanto che gli studenti di Unilab lanciano una petizione diretta al Comune.”

> Se vuoi segnalare ad Altroconsumo inefficienze e ingiustizie di cui sei vittima e di cui non vuoi più fare le spese, scarica l’app Ora Basta!

Ai milanesi consiglio anche la lettura di questo articolo

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: