Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Frutti di bosco surgelati: spuntano altri 29 lotti “sospettati”, l’epidemia va avanti

Gennaio 2015 > I post della Categoria “Epatite A & frutti di bosco surgelati” sono stati raggruppati nella Categoria “Sicurezza alimentare”

Quello che colpisce, nell’articolo (qui in sintesi)  di  che leggo su Il Fatto Alimentare è la notizia del contagio di 9 persone, colpite dal virus e che  hanno confermato di aver mangiato dolci guarniti con frutti di bosco surgelati.

Tralasciando il fatto che è evidente che sono moltissime le persone disinformate dei fatti, grazie anche alla pessima gestione dell’emergenza da parte delle Autorità sanitarie), ma soprattutto sono gli addetti ai lavori che sembrano essere all’oscuro dell’epidemia in corso.

L’episodio raccontato in questo articolo risale a settembre, ma come scrivevo qualche settimana fa, se il Ministero non agisce, sta a noi informarci e tenere alta la soglia di attenzione; ai primi di novembre eravamo al ristorante e la Signora K stava per prendere un dessert con frutti di bosco, ma ripensando a quanto le ho raccontato, al momento dell’ordinazione ha chiesto se erano frutti surgelati; alla risposta affermativa del ristoratore ha detto: “allora no…” ed ha cambiato dolce.

* * *

Il documento datato 13 novembre 2013 firmato dall’Istituto Superiore di Sanità fornisce un quadro chiaro sull’epidemia di frutti di bosco in corso in Italia e conferma la correttezza delle stime sui 700 casi italiani a fine ottobre riportata da Il Fatto Alimentare.

Purtroppo il dossier dice chiaramente che non si è assistito al decremento atteso e ritiene l’epidemia ancora in corso.

La dimostrazione viene da un episodio registrato in una comunità religiosa del Lazio (composta da circa 300 persone), che in settembre ha organizzato un convegno internazionale con 110 persone provenienti da tutto il mondo.

All’evento hanno partecipato attivamente circa 60 seminaristi 9 dei quali hanno presentato sintomi di epatite A. Tutte le persone colpite dal virus hanno confermato di aver mangiato dolci guarniti con frutti di bosco surgelati.

I risultati delle indagini molecolari sui campioni di 5 dei 6 casi registrati hanno mostrato un’omologia nucleotidica del 100% della regione VP1/2a con la sequenza del virus dell’epatite A. Inoltre le autorità sanitarie internazionali hanno segnalato 5 casi da Stati Uniti, Canada e Irlanda in persone che avevano partecipato al convegno.

Un altro dato importante della relazione è che oltre ai 14 lotti ritirati dal mercato ce ne sono altri 29 giudicati sospetti che probabilmente hanno veicolato l’epidemia.

La situazione attuale: le ricerche e gli studi della task force istituita dal Ministero della salute continuano, diverse catene di supermercati come Coop ed Esselunga non vendono più frutti di bosco surgelati, l’epidemia va avanti.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: