Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Nuovo dizionario delle cose perdute

nuovo

Il dizionario delle cose perdute non poteva non avere un seguito. Perché a ben vedere, di oggetti, luoghi e giochi da recuperare dall’oblio dell’era high tech ce ne sono tantissimi.

Così, Francesco Guccini, ha ripescato ancora nella sua memoria, sfruttando anche i consigli di chi per strada lo fermava e gli chiedeva perché, in quel primo volume, non avesse inserito questo o quell’altro oggetto.

Idrolitina, calendarietti profumati dei barbieri, il traforo, le cabine telefoniche, i vespasiani, le osterie. Trovarli per le strade o nei negozi è sempre più difficile, ma non meritano di essere dimenticati.

Con la poesia e la capacità di raccontare con le parole emozioni ed esperienze di vita, Guccini torna a scrivere pagine da comprare, leggere e conservare gelosamente negli scaffali della propria libreria. Perché di libri così, purtroppo se ne fanno sempre meno. Un po’ come per le cose perdute.

Potrebbero interessarti anche questi libri : Il dizionario delle cose perdute –  Superstorie del tempo presente  e questo post: Sarebbe bello se nelle sale d’attesa potessi vedere ancora…

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 marzo 2014 da in L'angolo dei libri - Le nostre segnalazioni con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: