Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Stesso problema, due automobilisti diversi, cambia l’approccio…

Lunedì scorso nella famosa Area di Carico/Scarico davanti all’azienda ecco un bel camper parcheggiato.  Alle 8 l’area dovrebbe essere liberata, paziento una mezz’ora e poi metto il solito avviso sul parabrezza. Tra l’altro sto aspettando alcuni camion, per cui mi serve l’area libera.

Scan0001

In realtà l’accenno alla chiamata ai vigili è un bluff, 😉 perchè ormai i vigili hanno dei tempi di intervento che si misurano in giorni, per cui la possibilità che arrivi il carro attrezzi per la rimozione, è solo un’utopia.

Son passati i bei tempi nei quali ogni tanto si riusciva a sistemare il furbone recidivo

Resta il fatto che verso le 9 o poco più, suonano alla porta; vado ad aprire ed una signora mi restituisce l’avviso, facendomi anche le scuse per essersi dimenticata che era parcheggiata (da sabato) nell’Area.

Tutto si risolve con un Grazie, un sorriso, un saluto. A testimonianza che le persone civili esistono, come già appurato in un’altra occasione e con questa fanno due.

Due su decine di persone che invece fanno come il furbacchione che il giorno successivo ha parcheggiato la sua Giulietta nell’Area.

Stesso biglietto, con l’aggravante che intanto è arrivato un camion da scaricare, cosa questa che è stata fatta con quel tot di difficoltà, ma esito diverso… infatti come accade di solito, il biglietto è stato buttato per terra, quasi a confermare l’inciviltà del personaggio .

 

 

 

5 commenti su “Stesso problema, due automobilisti diversi, cambia l’approccio…

  1. Poppea
    13 novembre 2014

    Basta tagliare tutte e 4 le ruote e vedrai non parcheggeranno più.

  2. IlPrincipeBrutto
    13 novembre 2014

    Una bella boccettina di acido molto corrosivo da versare discretamente sui tubi freno. E un avviso cortese per far ntoare che l’auto sembra perdere liquido.
    .
    sicuri si diventa, Ride Safe.

    • paoblog
      13 novembre 2014

      Perfido… 😉

      • IlPrincipeBrutto
        13 novembre 2014

        Direi educato e rispettoso del prossimo. Mica voglio che si pianti alla prima curva.
        .
        🙂
        .
        Anzi, si potrebbe semplicemente versare dell’olio da una lattina, e mettere il biglietto. Il tempo che il bel tomo impiegherebbe a cercare la perdita dovrebbe essere una soddisfazione sufficiente.
        .
        sicuri si diventa, Ride Safe

      • paoblog
        13 novembre 2014

        purtroppo nun se pò fà…

        qui vale la stessa regola che con i ladri che ti entrano in casa… fagli un graffietto sull’auto e lui denuncia te…

        non che non abbia accarezzato l’idea, ma adesso quelli di fianco a noi hanno messo le telecamere, per cui .. 😉

        e poi quello che ti vede c’è sempre… magari sta zitto se vede 100 cose storte e poi parla quella volta che uno si fa giustizia da solo …

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: