Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Aumenta il prezzo del cioccolato: “colpa” della Cina, ma non solo…

lente alimentisintetizzo un articolo che leggo su Il Salvagente

Il cioccolato potrebbe diventare caro, anzi, carissimo; il costo della materia prima, il cacao, è passato dai 1.465 $ per tonnellata del 2007 ai 2.736 $ attuali, e adesso rischia di crescere ancora.

“Colpa” dei cinesi, che negli  ultimi tempi hanno fatto decollare la richiesta, facendo impennare i prezzi provocando un vero e proprio “deficit” di cacao.

A lanciare l’allarme due fra le maggiori case produttrici del mondo: il colosso americano Mars, che dichiara che il deficit di cioccolato raggiungerà il milione e mezzo di tonnellate entro il 2030, e  gli svizzeri di Barry Callebaut Group.

Ma la responsabilità non è solo del mercato.

I cambiamenti climatici hanno infatti colpito duramente le piantagioni di cacao, che ormai non riescono più a produrre il quantitativo necessario a soddisfare la richiesta.

Secondo dati dell’International Center for Tropical Agricolture della Fondazione Gates, la siccità che da diverse stagioni sta colpendo la produzione in Africa Occidentale ha devastato le piantagioni di Ghana e Costa d’Avorio, da dove arriva il 53% del cacao mondiale.

Dall’Africa all’America latina, l’Organizzazione internazionale per il cacao ha comunicato che in Costa Rica e Brasile, un fungo, il “frosty pod”, ha aggredito le piantagioni distruggendo il 35% dei raccolti, e ora avrebbe raggiunto anche l’Africa.

Il prezzo crescerà pure, ma a perderci non sono certo i produttori di cioccolata: i profitti delle grandi case produttrici sono in piena ascesa, per Barry Callebaut Group, ad esempio, più 11,7 per cento dell’anno precedente.

Il rischio, dicono gli esperti, è che con il passare del tempo la produzione si differenzi, continuando a produrre, a prezzi elevati, il prodotto “di prima qualità” fatto come il “vecchio” cioccolato, e affiancando questo a un cioccolato più a buon mercato, dove però il cacao è sempre meno presente, e al suo posto si fanno largo grassi vegetali, aromi. Un prodotto di serie B, insomma.

 

Un commento su “Aumenta il prezzo del cioccolato: “colpa” della Cina, ma non solo…

  1. Poppea
    19 novembre 2014

    Amo il cioccolato fondente anche se non sono una grande consumatrice però è vero, bisogna stare sempre più attenti agli ingredienti

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: