Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Le tazze “usa e getta” che puoi piantare una volta consumato il caffè

ideaun’idea interessante che ho letto in questo articolo (qui in sintesi) di Rinnovabili.it

Una startup americana in cerca di sovvenzionatori, ha messo in rete un originale progetto per una tazza che incorpora semi di specie native della California nella miscela di cellulosa compostabile delle tazze per il caffè da asporto.

Il progetto ha bisogno di 10.000 dollari e chi è interessato può fare una piccola donazione ancora per 17 giorni, poi inizierà la produzione delle tazze da caffè piantabili per fare un po’ di guerrilla gardening e riempire le città di fiori.

photo-original-e1424863943659

Al gruppo dei californiani di San Louis Obispo l’idea è venuta notando quante tazze di carta vengono gettate ogni giorno dagli americani, circa 146 miliardi ogni anno.

Non sempre i contenitori finiscono nei cestini per la raccolta della carta, spesso vanno a sovraccaricare la raccolta indifferenziata o a sporcare le strade.

Una volta consumato il contenuto la tazza di semi va immersa nell’acqua per cinque minuti ed è pronta per essere piantata.

Una volta piantata la tazza la piantina cresce in un tempo che va da una a 4 settimane e il mix di semi selezionato fa sì che non ci sia un periodo specifico per la piantumazione.

Chi è interessato a partecipare alla raccolta fondi per questo progetto può fare una donazione sulla piattaforma Kickstarter e riceverà in cambio un piccolo regalo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: