Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Eco design: tessuti riciclati per costruire mobili sostenibili

riciclo 2E’ sempre interessante vedere come sia possibile abbinare il riciclo di materiali usati, in questo caso stracci e tappeti, per poi ottenere prodotti anche di qualità.

Quando si parla di riciclo creativo mi viene sempre in mente la linea di Kafèitalia di cui ho scritto in questo post: Alcuni esempi della seconda vita dei pneumatici fuori uso

in sintesi un articolo che leggo su Rinnovabili.it

La linea di arredamento di eco design di Lars Hofsjö, utilizza vecchi stracci e tappeti per la realizzazione di mobili colorati, funzionali e ad impatto zero.

L’obiettivo del designer è quello di amalgamare elementi del design moderno con riferimenti alla storia e all’artigianato di qualità.

La tradizione svedese, tramandata da più di 150 anni, vuole che i vecchi tessuti non siano gettati ma vengano ridotti in piccole strisce e intrecciati nuovamente per produrre tappeti durevoli e resistenti.

Hofsjo sceglie con molta cura gli accostamenti di colori e tessuti e riesce a trasformare pezzi di stoffa considerati da buttare in affascinanti complementi d’arredo vivaci e colorati.

torp_x3_c11-e1423656992677

Il processo creativo nasce direttamente a partire dai mercatini e dai negozietti di spazzatura in cui trova i tessuti da recuperare. La particolarità della linea di eco design Torp sta nel fatto che ogni pezzo è unico, numerato e firmato dall’autore.

L’associazione di stracci e tessuti riciclati con legno e pelle ha inoltre dato vita a una seconda linea di arredo. I tavolini  esagonali Dunker possono essere accostati tra di loro per dar vita a un piano di appoggio più ampio.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: