Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Che sia la truffa del cacao oppure un furto con destrezza, occhi aperti…

banda_bassottiIeri mi hanno raccontato di un mio parente sui 60 anni che era su una panchina in zona Greco (a Milano) e chiacchierava con un amico quando si sono avvicinati due giovani stranieri con in mano un biglietto con scritti alcuni indirizzi e che chiedevano informazioni.

Va da sè che i due amici gli hanno dato retta e mentre spiegavano la strada da farsi ad uno dei due, l’altro con una mano di velluto, gli sganciava la catenina d’oro che aveva al collo, senza farsi accorgere.

Successivamente ho letto su Il Giorno che a Milano è stata scoperta la Truffa del cacao:

Uno dei malviventi si avvicina alla vittima, spruzza polvere di cacao e gli sporca gli abiti. 

Subentra il complice che con un fazzoletto finge di pulire gli abiti dell’anziano e mette a segno il borseggio: sostituisce il portafoglio rubato con un altro con pezzi di carta in modo che le vittime non si accorgano di essere state derubate e denuncino il furto solo più tardi

Purtroppo non mi consola il fatto che:

la Polizia Locale abbia arrestato in flagranza di reato due sudamericani che avevano raggirato tre anziani milanesi di 90, 88 e 86 anni.

Complimenti agli agenti, beninteso, ma come andrà a finire? Una denuncia a piede libero?

Una lieve condanna che magari non porterà questi personaggi in cella neanche per un giorno?

In compenso sottoscrivo le parole di Tullio Mastrangelo comandante della Polizia locale:

“Nessuna delle vittime aveva denunciato di essere stata derubata, queste rapine sono particolarmente pesanti quando colpiscono persone anziane che si vergognano e preferiscono tacere. A tutti ribadiamo l’importanza di denunciare.”

Se non c’è denuncia, di fatto non c’è il reato e va da sè che non ci saranno indagini.

Certo, sappiamo bene che spesso le indagini non ci permetteranno di riavere il maltolto, ma forse si riuscirà a fare prevenzione, fosse anche solo avvisando i cittadini.

Insomma, meno pigrizia, perdete 1 ora e fate la denuncia, che in ogni caso ci sono molti appartenenti delle F.d.O. che si impegnano nel loro lavoro e come noi si arrabbiano quando vedono che non si riesce a sbattere in carcere certa gente…

Circa il fatto che i primi due ladri citati fossero stranieri e che quelli arrestati poi sudamericani, non si tratta di pregiudizio, ma di cronaca.

Per me è un ladro è tale che sia di Bergamo oppure straniero, ma resta il fatto che in questo caso si tratta di stranieri.

Capita qualcuno che dice che non si deve evidenziare la nazionalità di chi delinque, ma in particolare nell’ambito delle truffe, commesse sempre dagli stessi, con schemi sempre uguali, ritengo sia il caso di sapere a chi stare attenti.

Leggendo le notizie di cronaca, sembra infatti che ogni gruppo etnico o regionale abbia la sua specializzazione…

>>> Il Comune ricorda infine il numero speciale (02 88456893) attivo 24 ore su 24 presso la Centrale operativa della Polizia locale specificamente dedicato agli anziani.

Per restare in tema, alcuni articoli correlati con le truffe più comuni, giusto per fare un ripasso…

Truffano gli anziani con la scusa del controllo della raccolta dell’umido

L’anziano ha un malore per strada, lo aiuti e…

A Milano, avviata la campagna informativa per la sicurezza degli anziani

Toh, un 92enne, sordo, adesso lo truffiamo e gli togliamo tutto…

Occhio ai falsi tecnici ambientali che truffano gli anziani

Se ti chiedono “una firma per ricevuta”, verifica cosa stai firmando…

Esci dal super, trovi una gomma sgonfia e due giovanotti ti offrono un aiuto?

Truffe agli anziani, in azione finti carabinieri e finti tecnici del gas

Fai il pieno self service? Occhio alla truffa dei finti benzinai

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: