Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

La serietà paga, “persino” se hai a che fare con una banca…

pensieri paroleIn questo post confluiscono in pratica i concetti espressi tempo fa con altri post dove si evidenziava che la correttezza sulla distanza paga  e con quanto detto sull’approccio di una banca che nei fatti è differente come raccontano gli spot o, perlomeno, con me è così.

Dopo alcuni mesi di non-lavoro con il nostro settore praticamente fermo, va da sè che abbiamo avuto entrate ridicole il che, in abbinamento al costo sul breve termine derivante dal licenziamento di un dipendente, ecco che tra luglio e settembre la mancanza di liquidità colpirà decisamente duro.

Dovremo quindi sforare rispetto al fido concessoci in banca, per cui oggi sono andato a parlare in proposito con il vice direttore, spiegandogli la faccenda in maniera molto chiara; ancor prima che finissi il discorso mi ha detto: non si preoccupi, tappiamo noi lo sforamento…

Pur contando su una certa collaborazione, visti i precedenti, pensavo di doverci lavorare su un pò di più, ma ancora una volta sono stato spiazzato quando il vice ha aggiunto: anzi, la ringrazio per averci avvisati preventivamente…

Molto francamente gli ho risposto che: avvisarvi mi sembra doveroso… ma lui ha alzato gli occhi al cielo, aggiungendo: lasci stare, lei neanche si immagina come si comportano certi…

Non faccio fatica a credergli, che la scorrettezza la fa da padrone in campo lavorativo e la crisi non ha aggiunto niente a cattivi comportamenti ed approcci discutibili che da sempre affliggono il Sistema italia…

E quindi, fermo restando che la banca non è un’istituto di beneficenza e quindi non regalano niente a nessuno, meno che mai soldi, è altresì vero che sono gli uomini (ed il loro comportamento), prima ancora delle direttive aziendali, a fare la differenza, nel bene e nel male.

Dopo di che non dimentico certo chi nelle banche agisce in maniera altrettanto scorretta, spingendo magari i clienti in difficoltà verso finanziarie che applicano tassi usurai…

Ed infatti, per restare in tema, alcuni consigli di lettura:

Un libro: Io so e ho le prove. Così le banche imbrogliano il correntista

Un libro: La rivolta del correntista. Come difendersi dalle banche e non farsi fregare

e qualche articolo correlato:

Problemi con la banca o la finanziaria? Li puoi risolvere con 20 €

Ti clonano la carta e la banca ne approfitta per…

Sempre meglio protestare con la banca… (se si ha ragione)

Un commento su “La serietà paga, “persino” se hai a che fare con una banca…

  1. Poppea
    22 luglio 2015

    Ben detto “sono gli uomini che fanno la differenza”, io sono andata via dalla mia banca, dopo l’episodio dei 50 euro in meno al bancomat, pensando che avessero gradito la mia chiusura del conto perché se mi avessero voluto come cliente si sarebbero comportati diversamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: