Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Un libro: Solo una storia d’amore per Mary Lester

di Jean Failler

Robin – Pagg. 342 -€ 12,00 (lo vendo ad € 4,50 + spese spedizione)

5519000

Trama: A compiere buone azioni si finisce, qualche volta, col rimetterci. Accade a Mary Lester, che soccorre un’anziana donna in un cimitero e poco dopo si trova accusata del suo presunto omicidio. Soprattutto perché la signora in questione, poco prima di perire in un incidente poco chiaro, ha cambiato il suo testamento a favore di Mary, destinandole un castello di grande valore.

Questa concomitanza insospettisce la gendarmeria locale, e non lascia indifferenti nemmeno gli abitanti di Morbihan, ma Mary non è tipo da restare in attesa di un verdetto, e si fa destinare come supporto nell’indagine.

Non le gioca certo a favore che ritrova un gendarme, Oliveira, che non la vede di buon occhio, ma la grinta del giovane capitano di polizia Lester riceve uno sprone quando qualcuno la sottovaluta.

Le sue ricerche fanno tornare a galla una vecchia storia d’amore alla quale si sono opposti in molti, in modi forse non limpidi.

Oltre che con chi cerca di ostacolare le indagini per paura che tornino a galla verità compromettenti, Mary dovrà questa volta fare i conti con se stessa e la sua sollecitudine a far sì che i “cattivi” vengano in qualche modo puniti. Perché quando si prende troppo a cuore una causa, si rischia di esagerare…

Letto da: Paolo

Opinione personale: Ho letto ed apprezzato diversi gialli di Failler con protagonista Mary Lester, ma ad un certo punto ho notato un calo netto della qualità, dando l’impressione che il personaggio fosse ormai svuotato e che l’autore andasse avanti per inerzia.

Questa storia è stata scritta nel 2005 e si vede; Mary Lester ha solo trent’anni ed è già il capitano della polizia che gioca al di fuori degli schemi, con la freschezza iniziale ed una storia piacevole.

Il libro fa parte della Collana “I luoghi del delitto”, in questo caso la Bretagna, e si trovano informazioni su luoghi e cucina tipica, che accompagnano il lettore nella scoperta del territorio; anche questo aspetto, negli ultimi romanzi si è persa per strada.

Anche se in misura minore rispetto agli ultimi libri, terribili sotto questo punto di vista, anche questa volta ho trovato alcuni refusi; cose che capitano, anche se ad alcune case editrici non capitano, ma in questo caso lo trovo oltremodo seccante, in quanto confermano una scarsa cura nella realizzazione del prodotto e, per inciso, anche poca considerazione dei lettori, visto che è un problema che un paio di volte ho provveduto a segnalare all’editore senza ricevere un cenno di riscontro, contrariamente a quanto fanno altre Case editrici.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: