Paoblog.net

Il tempo che ti piace buttare, non è buttato. (J. Lennon)

Questa pubblicità (cinese) sui marciapiedi sarà abusiva?

articolo aggiornato dopo la pubblicazione

Ho contattato il Comune per cercare di avere una risposta alla domanda posta nel titolo.

Il Comune mi ha risposto che: si tratta di un tipo di pubblicità temporanea: sul sito trovi tutte le info e le modalità.

Ringrazio dell’attenzione, ma come spesso capita con le istituzioni, tu chiedi una cosa e loro te ne dicono un’altra*, infatti la mia domanda era se avevano riscontrato violazioni sul pagamento dell’imposta di queste pubblicità ovvero se ci fosse abusivismo in questa particolare forma pubblicitaria.

* Ad esempio: Ho scritto allo Sportello reclami del Comune e…

Nello specifico, ecco cosa racconta l’amica che ieri mi ha scritto questa mail:

Ciao, tu sai che abito in zona Paolo Sarpi. Hai visto che bel sistema hanno escogitato i cinesi per fare pubblicità?  

Sul marciapiede. Abusivo ritengo… in questo modo  non pagano tasse, la pubblicità si paga, questi non pagano.

20150721_185743

Ne ho già visti 3 e ho visto anche una di quelle torrette elettriche che si trovano in strada completamente dipinta di pubblicità di un negozio. E comunque quanto può essere temporanea una vernice? 

20150722_182504

 

Ora il negozio massaggi sotto casa mia ha tolto l’orario di chiusura lasciando solo “oratio 10” così nessuno si può lamentare del fatto che rimangono aperti oltre la chiusura. Ai cinesi fanno fare tutto e noi paghiamo per tutto, guai a sgarrare.

Ci imbrogliano…

P.S. Hai ragione al comune rispondono bisi per fave…

Nello specifco ho fatto qualche ricerca ed ho visto che ad esempio anche il Carrefour a Torino ha usato questa forma di pubblicitaria che peraltro è soggetta a vincoli ed ovvio pagamento dell’imposta, come scritto in questo articolo de La Stampa:

La pubblicità a pavimento è ammessa solo se realizzata con tecniche non invasive come vernici biodegradabili e solo se applicata su superfici in asfalto o cemento.

La norma dispone anche che questa tecnica non possa essere applicata nelle zone del centro città, a meno che non si disponga del patrocinio di Comune, Provincia o Regione.

Ma una volta finito il periodo di concessione comunale, queste scritte devono essere rimosse dal privato. Spesa da aggiungere a quella che il Comune incassa per aver concesso il suolo pubblico. 

Fonte: Lastampa.it

Fonte: Lastampa.it

 

 

Un commento su “Questa pubblicità (cinese) sui marciapiedi sarà abusiva?

  1. Poppea
    22 luglio 2015

    Sti’ cinesi manco pagano una minchia … ho sentito dire che non pagano tasse all’apertura di un esercizio e quando poi devono pagare hanno già chiuso

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: